VITERBO – Le opere d’arte che testimoniano la presenza francescana nell’Alto Lazio sono tra i beni culturali più belli e più importanti del nostro territorio. E non si parla solo di chiese, di cappelle e di altari ma anche di affreschi, di dipinti, di stature, di oggetti devozionali.

 

Sulla scorta di una mostra che si è svolta nello scorso autunno nella diocesi di Civitavecchia-Tarquinia, ora anche la diocesi di Viterbo, in collaborazione con quella di Civita Castellana intende promuovere una mostra che metta in risalto come la devozione a s. Francesco e ai santi e alle sante francescane abbia avuto un ruolo importantissimo nella storia religiosa dell’Alto Lazio.

 

L’Incontro che si svolge a Palazzo papale, nella sede del Cedido martedì 5 maggio alle ore 16 vedrà la partecipazione di Giovanni Insolera, Giovanni Cesarini e Luciano Osbat e servirà a definire il percorso da qui a una o più mostre itineranti sul tema della devozione francescana che si svolgeranno a Viterbo e nei principali centri della provincia nei prossimi mesi e che introdurranno una seri di studi e di approfondimenti su questo tema ancora troppo poco conosciuto.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email