Due secoli di terrore e paura. Il DISTU si unisce alle celebrazioni mondiali per il bicentenario della pubblicazione di Frankenstein

Il Frankenread@Distu si tiene il 31 ottobre presso il Dipartimento di Studi Linguistico-letterari, Storico-filosofici e Giuridici (DISTU) in via San Carlo 32 con orario 9-13 e 16-18.30. Ingresso gratuito.

Essenziale il contributo del Liceo Scientifico “Paolo Ruffini”, il Liceo delle Scienze Umane e Musicale “Santa Rosa da Viterbo” e il Liceo Ginnasio e Linguistico “Mariano Buratti” di Viterbo. Il 1816 è l’anno i cui Percy Bysshe Shelley, Mary Wollstonecraft Godwin (prossima sposa di Shelley), Lord Byron e John William Polidori si incontrarono per la prima volta sulle sponde del lago di Ginevra.

Per ricordare questo ritrovo straordinario e le opere che in vario modo sono ad esso connesse, a tutti gli effetti tra i miti fondatori della nostra modernità, la Keats-Shelley Association of America ha lanciato l’evento globale Frankenreads, aperto alle istituzioni culturali, i musei e le università interessati a celebrare il bicentenario della pubblicazione di Frankenstein di Mary Shelley, apparso per la prima volta proprio nel 1818.

A Viterbo hanno aderito ai festeggiamenti, su invito degli organizzatori americani, la professoressa Francesca Saggini, ordinario di Letteratura Inglese presso il Dipartimento di Studi Linguistico-letterari, Storico-filosofici e Giuridici (DISTU) e le professoresse Roberta Delle Monache, Tiziana Iadicicco, Catia e Cinzia Pontecorvi, docenti di Inglese del Liceo Scientifico “Paolo Ruffini”, del Liceo delle Scienze Umane e Musicale “Santa Rosa” e del Liceo Ginnasio e Linguistico “Mariano Buratti”. Una sinergia unica scuola-università, resa possibile grazie alla meticolosa preparazione fornita dalle docenti dei licei, che avrà il suo momento più significativo domani 31 ottobre con una maratona di lettura in inglese di passi scelti di Frankenstein fatta dagli studenti, con l’accompagnamento dei loro colleghi dell’indirizzo musicale del Liceo “Santa Rosa”, seguiti dai professori Donato Cambò, Armando D’Eugenio e Matteo Martizi. Si uniranno a questa lettura incrociata anche gli studenti dei corsi di Letteratura Inglese del DISTU, coinvolti a rafforzare i ranghi dei lettori “senior”.

Nel pomeriggio la maratona di lettura, questa volta in italiano, proseguirà grazie ai circoli dei lettori della provincia di Viterbo, coinvolti dalla dottoressa Maria Giovanna Pontesilli dell’Università della Tuscia. Questa seconda tranche delle celebrazioni terminerà con l’intervento del dottor Giovanni Montemari, Medicina Plastica e Ricostruttiva ASL Viterbo (Ospedale Belcolle), che dialogherà con la professoressa Saggini sulle intersezioni tra aspetto e identità in un’ottica medica e sociale, un tema strettamente connesso al romanzo di Mary Shelley. L’incontro pomeridiano al San Carlo avverrà in contemporanea con la maratona di lettura tenuta alla US Library of Congress, proiettata in livestream direttamente da Washington. Il Frankenread@DISTU è accompagnato da una mostra che raccoglie numerose testimonianze visive dei testi affrontati dagli studenti dei licei e del DISTU durante gli incontri di preparazione alla giornata. L’evento fa parte delle attività di orientamento del DISTU ed è aperto a tutti gli interessati.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email