MONTEFIASCONE – La mostra di pittura, allestita presso il salone parrocchiale di Zepponami, nel contesto dei festeggiamenti della Patrona Maria SS. del Giglio, non solo ha riscosso un grande successo, ma su richiesta dei visitatori, accorsi numerosissimi, rimarrà aperta fino a domenica prossima ventotto maggio visto che, nella stessa data, si terrà la festa del santo compatrono, l’umile frate cappuccino, S. Felice da Cantalice.

Molti i pittori partecipanti, circa quindici, nelle persone necessariamente tutti residenti in Montefiascone, quasi tutti autodidatti, che con le loro opere, alcune anche di egregio valore, hanno tappezzato tutte le pareti del salone intitolato al grande parroco Mons. Oliviero Temperini.

La mostra non aveva uno specifico ed obbligatorio soggetto, per cui, ogni pittore, si è potuto esprimere nel genere più confacente al suo estro ed alle sue capacità pittoriche espressive con i giochi di luce corrispondenti alla sua creatività nonché coniugando i colori insieme ai giochi di luci ed ombre, come elementi vitali per l’opera stessa.

Una manifestazione di successo, soprattutto, perché, in essa, è emersa la genialità dei pittori nell’affrontare il tema del quadro, la loro consapevolezza di saper comunicare con gli altri attraverso i colori. Le opere sono state realizzate su diversi supporti; dalla tela alla tavoletta di legno, dalla ceramica alle piastrelle; la maggior parte dei quadri erano dotati di appropriata cornice scelta dagli stessi autori.

La mostra è stata inaugurata alle diciassette del pomeriggio di sabato con la partecipazione molto gradita ed apprezzata del neo assessore Rita Chiatti, la quale, non solo ha tagliato il nastro, ma si è poi divertita, passando in rassegna le opere, accompagnata dai vari pittori, dal presidente della mostra, Girolamo Merlo, e dal presidente del comitato festeggiamenti, dott. Giuseppe Bartoleschi. Ovviamente non sono mancate le foto ricordo del caso.

Pietro Brigliozzi