CAPRAROLA – Tutto pronto per l’apertura dell’ottava edizione del Festival “Di Voci e Di Suoni” organizzato dalla Compagnia Teatro Popolare “Peppino Liuzzi”. Il Festival di musica e teatro popolare sarà ospitato, come tradizione, nel suggestivo cortile circolare di Palazzo Farnese, sotto il cielo stellato di Caprarola.

 

Quest’anno ad aprire il sipario sarà la Compagnia teatrale viterbese “Il Tetraedro” con “Il Decameron”. Lo spettacolo ispirato al “Decamerone”, scritto da Giovanni Boccaccio nel 1349, narra di un gruppo di giovani che, trattenendosi fuori città per sfuggire alla peste nera che imperversava in quel periodo a Firenze, raccontano a turno delle novelle di taglio umoristico, intervallate da canti, danze e momenti goliardici e giullareschi con giochi acrobatici, giocoleria e numeri col fuoco.

 

Delle cento novelle scritte da Boccaccio, in questo spettacolo ne sono state contemplate quattro (rappresentate a mo’ di pantomima o teatro di parola), ognuna guidata da una logica perfida, da beffa o burla. Due sono giocate sullo scherzo ordito dall’allegra brigata ai danni di un povero disgraziato: lo sciocco Calandrino; altre due trattano delle pene d’amore.
Interpreti e narratori delle novelle sono dieci attori-personaggi, scelti per offrire un’ampia panoramica dei temi e dei contenuti, che privilegiano il carattere comico e il valore letterario dell’opera boccaccesca per antonomasia. La regia è di Francesco Cerra.

 

L’appuntamento è per sabato 18 Luglio alle ore 21,30 al Palazzo Farnese di Caprarola.
Ingresso 7 euro, Ridotto 5 euro.
L’incasso sarà devoluto in beneficenza all’associazione Amistrada (Rete di Amicizia con le ragazze ed i ragazzi di strada di città del Guatemala).
Per informazioni www.compagniapeppinoliuzzi.it oppure 0761/645028, 329/3604044

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email