VETRALLA – Nell’ambito degli eventi culturali promossi e organizzati dal “Circolo dei Lettori” presso la Biblioteca Comunale “A. Pistella” di Vetralla, Venerdì 2 Marzo alle ore 16.00 la dott.ssa Micaela Merlino e Angelo Capuzzi terranno una conferenza dal titolo “Sacerdote, scienziato e archeologo: vita, studi e ricerche di Mons. Simone Medichini nella Tuscia del XIX secolo”.

Nel corso dell’incontro i due ricercatori parleranno degli aspetti più significativi della vita e degli studi del prelato, nato a San Giovanni di Bieda (odierna Villa San Giovanni in Tuscia) nel 1831, dal 1860 parroco-priore della chiesa di S. Angelo in Spatha a Viterbo, professore di Scienze Naturali nel locale Seminario, studioso del Bulicame, fondatore, insieme al Vescovo Giovanni Battista Paolucci, dell’Osservatorio Meteorologico di Viterbo, amico e collaboratore di famosi scienziati quali il Prof. Michele Stefano De Rossi e il sismologo e vulcanologo Don Giuseppe Mercalli, che accompagnò in alcune escursioni compiute per studiare la geologia dei Monti Cimini. La conferenza sarà anche un’occasione per presentare al pubblico vetrallese la prima biografia del personaggio, scritta dai due studiosi per commemorare il primo centenario della sua morte, ed edita con il titolo “Mons. Simone Medichini (1831-1916). Sacerdote esemplare, scienziato illustre e archeologo nella Tuscia del XIX secolo” (Booklab 2017), con ampia “Introduzione” del Prof. Luciano Osbat, e un articolo a cura del geologo Giancarlo Ventura.

La figura di Mons. Simone Medichini sarà presentata alla luce dei tumultuosi eventi storici del periodo risorgimentale, che si verificarono anche a Viterbo. A tal proposito saranno letti alcuni brani tratti dal “Diario”, scritto ininterrottamente dal Medichini fino a poco prima della sua morte, e relativi all’arrivo dei Garibaldini in città, al clima di gravi tensioni esistenti tra cattolici e liberali anticlericali, al fervore di studi nel campo delle Scienze Naturali che caratterizzava allora Viterbo, alla collaborazione, dopo i fatti del 1870, che si instaurò tra il neo Governo Italiano ed i migliori sacerdoti-professori, chiamati ad insegnare nelle scuole statali locali. Tutti aspetti della storia di Viterbo e della Tuscia che proprio il “Diario” di Mons. Simone Medichini aiuta a comprendere meglio e a “leggere” con gli occhi di un sacerdote-scienziato che quegli eventi visse di persona. Per garantire una continuità allo studio della vita e delle opere del Medichini, e per farlo conoscere meglio, nel 2017 i due autori hanno fondato l’Associazione Scientifico-Culturale “Antiqua Tellus-Centro Studi Mons. Simone Medichini”, che ha in programma altre iniziative culturali per onorare la memoria dell’illustre personaggio. Biblioteca Comunale “A. Pistella”, via Brugiotti 41, Vetralla – Ingresso libero. Info: 0761/46.12.72- biblioteca@comune.vetralla.vt.gov.it.

Commenta con il tuo account Facebook