VITERBO – Il Festival viterbese “I Bemolli sono Blu” (15 ottobre-18 dicembre 2017) si sposta per il prossimo appuntamento di domani, venerdì 3 novembre ore 18.00, nella bellissima chiesa barocca del Gonfalone (via Cardinal La Fontaine). Direttore artistico M° Sandro De Palma.

Il Festival proposto per la prima volta a Viterbo dall’Associazione Musicale Muzio Clementi e dedicato al compositore francese Claude Debussy (1862-1918), è divenuto itinerante per motivi di forza maggiore. Ma visti i successi sinora ottenuti, questo cambio di sede è di sicuro un auspicio per la rassegna sinfonica.

E per la linea programmatica Debussy e il suo tempo, il protagonista assoluto della serata è il grande musicista Luca Ciammarughi che eseguirà partiture per pianoforte di: Claude Debussy: Images oubliées; Jean Cras: Poèmes intimes; Reynaldo Hahn: Portraits de peintres; Claude Debussy: Children’s Corner e Le soirs illuminées par l’ardeur du charbon.

E non solo. Ascolteremo per il Progetto giovani “Apertura del sipario”, il 14enne Paolo Canale che suonerà di Frédéric Chopin: Fantasia-Improvviso op.66. Il giovanissimo pianista è stato scelto dall’Associazione Muzio Clementi in collaborazione con l’Accademia Praeneste” di Roma, Accademia musicale che ospita pianisti da tutta Europa e manda a sua volta alcuni diplomati all’Europe du piano di Toulouse (Francia).

Il Festival “I Bemolli sono Blu” si svolge con il patrocinio del Comune di Viterbo, con il sostegno della Regione Lazio e della Fondazione Carivit e in collaborazione con la Fondazione Caffeina che si era resa disponibile ad ospitare la rassegna sinfonica nel neonato Teatro Caffeina (via Cavour 9), aperto e ora chiuso per problemi tecnici. In attesa della sua imminente riapertura il Festival è ospitato dalla Diocesi di Viterbo in sale e antiche chiese.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email