MONTEFIASCONE – Nell’ ambito della commissione di lavoro “Cittadinanza digitale”, le ins.ti Romoli Paola, Chiricotto Silvia e Bastoni Antonella, hanno elaborato un progetto Erasmus+ di mobilità dello staff scolastico, che è stato approvato e finanziato dalla Agenzia Nazionale Indire e che prevede attività didattico formative in Gran Bretagna, Irlanda e Malta.

Il nostro istituto sta sperimentando percorsi inerenti la metodologia CLIL e il Programma Erasmus+KA1 prevede la partecipazione di docenti e personale amministrativo a corsi di formazione all’ estero, affinché possano migliorare le loro competenze linguistico-comunicative, gli aspetti metodologici di gestione innovativa dell’ ambiente di apprendimento, al fine di dare una spinta alla nostra realtà scolastica verso il plurilinguismo, il multiculturalismo in una visione europeistica del sapere disciplinare.

Lo scopo principale è quello di poter offrire agli alunni, futuri cittadini europei, un ambiente positivo e stimolante in cui si sentano coinvolti e motivati, protagonisti e al centro del processo educativo. La metodologia CLIL rappresenta una sfida metodologica-didattica alla quale non possiamo rinunciare…so…Let’s CLIL!


Nel processo di internazionalizzazione intrapreso dall’Istituto Comprensivo di Montefiascone ormai già da 3 anni, si inserisce il progetto Erasmus+ KA2 dal titolo “ With Robotics in the future”, appena iniziato e che durerà fino alla fine di settembre 2019.

Il progetto vede coinvolte, oltre l’Istituto Comprensivo “A. Molinaro”, 3 scuole di paesi europei, Polonia, Spagna e Romania e prevede la mobilità di docenti e alunni per promuovere il senso di appartenenza all’Europa e nello specifico pratiche innovative nell’era digitale.

La cooperazione tra studenti e docenti di nazioni diverse permetterà di potenziare le competenze
interculturali e linguistiche degli alunni, di fronteggiare la dispersione scolastica e di favorire
l’inserimento degli alunni svantaggiati in un ottica di condivisione, cooperazione e rispetto delle
altro.

Questo svilupperà la loro creatività, le loro competenze scientifiche e la loro abilità a formulare
conclusioni.

Ogni scuola partner organizzerà un incontro internazionale per docenti e uno per gli alunni.

Il progetto, iniziato il 01 ottobre 2017, infatti prevede 4 mobilità degli insegnanti per l’organizzazione, la valutazione e la disseminazioni delle attività che dovranno intraprendere gli
alunni e 4 mobilità degli alunni finalizzate all’acquisizione di abilità e competenze nell’ambito della robotica, una mobilità per ogni scuola partner.

Si tratta di un’esperienza che offrirà l’opportunità ai giovani studenti di acquisire metodi di
programmazione per la costruzione di robot e la loro applicazione nella vita di ogni giorno, di
scambiare idee, confrontarsi, acquisire conoscenza e coscienza di realtà socio-culturali diverse tra
loro.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email