ACQUAPENDENTE – Una mattinata di Sabato metereologicamente splendida ha fatto da “antipasto” all’ Edizione 2015 della Francigena Marathon, che vedrà come evento principe nella giornata di domani (Ndr Domenica 31 Maggio) una attività ludico-motoria (circa 1.000 partecipanti previsti), patrocinata dall’Associazione Europea Via Francigena e dal Consiglio d’Europa e che vedrà scendere in campo a livello logistico organizzativo ben diciotto soggetti: Comune di Acquapendente, Centro Alpino Italiano Sezione di Viterbo, Corpo Forestale dello Stato Comando Provinciale di Viterbo, Regione Lazio, Coldiretti Viterbo, Pro Loco Acquapendente, Provincia di Viterbo, Comuni di San Lorenzo Nuovo, Bolsena e Montefiascone, Sezioni Avis ed Aido di Acquapendente, Fiasp, Riserva Naturale Monte Rufeno, Croce Rossa Comitato locale di Acquapendente, Comitato Protezione Civile di Acquapendente.

 

Con partenza alle ore 07.30 dalla centralissima Piazza Girolamo Fabrizio di Acquapendente, i partecipanti avranno possibilità di scegliere sei diversi percorsi-trekking: Acquapendente-San Lorenzo Nuovo (12.500 Km), Acquapendente-Bolsena (24 Km), Acquapendente-Montefiascone (42.195 km), San Lorenzo Nuovo – Bolsena (11.500 km), San Lorenzo Nuovo-Montefiascone (29.695 km), Bolsena-Montefiascone (18.195 km). La Sezione locale Archeoclub di Acquapendente, ha organizzato a partire dalle ore 10.00 presso la Sala conferenze del Museo della Città un ciclo di Conferenze sulla ceramica di Acquapendente dal XIII° al XVIII° secolo. Tre i temi principali che sono stati affrontati: 1) La “Superbottega” (descrizione di uno strumento di analisi critica che ha rivoluzionato la storia della maiolica italiana del Rinascimento; 2) I del Carina-Rubeis ad Acquapendente (una dinastia, tre generazioni di grandi maiolicari di origine toscana, operanti per circa un secolo (1470-1570) in Acquapendente (intervento a cura di Alberto Piccini); 3) Presentazione dei documenti d’archivio relativi alla famiglia di maiolicari del Carina – Rubeis a cura di Fabiano Fagliari Zeni Buchicchio.

Commenta con il tuo account Facebook