L’atletica leggera laziale cerca di ripartire sul fronte agonistico con gare a porte chiuse e secondo norme anti-Covid sabato 20 giugno, presso lo stadio Paolo Rosi in Roma.

Gli atleti vetrallesi non sono mancati all’appuntamento, ed hanno saputo dimostrare ancora una volta la grande capacità di adattamento che li contraddistingue, soprattutto in un periodo difficile per ogni sportivo come quello della quarantena.

Il velocista Alessio Pieragostini è il primo a gareggiare, e nonostante la sua performance non sia stata positiva sotto alcuni aspetti vince la sua serie ed è capace di stabilire il suo nuovo primato personale nei 100m con 10″96. Il tempo rappresenta anche il nuovo primato provinciale, da lui detenuto dal 2019, in questa occasione ha vinto la sua serie e ottiene il secondo posto nella classifica complessiva per un solo centesimo di secondo.

Miglioramenti apprezzabili nel giro di pista 400m per il mezzofondista Lorenzo Aquilani, che vince la sua serie e stabilisce il nuovo primato personale con 55″73. Il risultato arrivato nella velocità fa ben sperare per la futura attività stagionale agonistica dell’atleta, che per via del momento particolare dovuto alla pandemia dovrà rinunciaRe per gran parte della stagione alle gare di mezzofondo da lui specificatamente preparate.

Buona l’apertura di stagione per il lanciatore Luca Pistella che nel lancio del peso ottiene 9m15 e va molto vicino alla sua miglior prestazione di sempre.

La giornata si conclude molto positivamente, merito anche degli sforzi dei tecnici dell’ Atl. Vetralla, capaci di restare saldamente concentrati sugli obiettivi agonistici e di infondere energia e passione ai propri atleti anche in un lungo periodo di lontananza come quello attraversato nei mesi appena trascorsi.