E’ amore tra la Viterbese Castrense e Ronciglione. Infatti, dopo una prima partita in esterna disputata lo scorso 19 ottobre al Campo Sportivo Comunale “Valerio Ginnasi”, la società calcistica di Viterbo torna a richiedere l’utilizzo del campo ronciglionese per domenica 10 novembre alle ore 15. Questa volta si tratta di una gara di Campionato Nazionale serie C Under 17 che vede sfidarsi l’AS Viterbese Castrense ed il Rieti.

“Si tratta di un riconoscimento che arriva a conferma della qualità della strada intrapresa – ha commentato il vicesindaco Sesto Aramini Vettori – dopo pochi giorni dalla prima gara di squadre non locali nel nostro campo. Mi trovo costretto a sfruttare l’occasione di questa nuova buona notizia per fare alcune puntualizzazioni riguardo le ultime affermazioni del consigliere comunale di minoranza Alessandro Giovagnoli divulgate in un comunicato stampa dello scorso 25 ottobre.

Si legge infatti che “L’Amministrazione precedente aveva scelto di far eseguire i lavori da privati con un piano integrato, per cui nessun costo sarebbe gravato sul Comune e quindi sui cittadini”. Falso. Come già chiarito, nel progetto presentato nel 2014 era previsto uno stanziamento di 350 mila euro, ma il resto dell’importo sarebbe stato necessariamente coperto da fondi comunali. Per quanto riguarda i tempi che sarebbero serviti per ultimare il suddetto piano ritengo di essermi espresso più volte. Di sicuro, ad oggi, Ronciglione avrebbe ancora lo stesso impianto di prima, con le relative infinite manutenzioni.

La gara di appalto è stata espletata dalla CUC (Centrale Unica di Committenza) di Viterbo tra le ditte estratte a seguito di manifestazione d’interesse. Ha regolarmente formulato l’offerta una sola ditta su quindici.

Inoltre, le ulteriori cifre stanziate per il completamento dei lavori (efficientamento energetico e termico) sono state investite nell’ottica di una sostanziale riduzione futura delle spese di gestione, di almeno il 50% (in modo da riuscire a ridurre l’impatto che il mutuo ha sul bilancio comunale).

Riguardo le tempistiche dei lavori, sono più volte tornato a chiarire gli aspetti relativi agli slittamenti, non dipendenti da scelte politiche o da volontà specifiche, ma da iter burocratici non controllabili, a volte troppo lunghi.

Infine, affermo con assoluta certezza e serenità che la TRASPARENZA – degli atti, della comunicazione e degli intenti – resta ancora il cavallo di battaglia di questa amministrazione e che gli uffici comunali sono sempre stati a disposizione di cittadini e consiglieri per qualsiasi chiarimento o necessità di consultazione”.