VITERBO – Era nell’aria dopo la strepitosa trasferta in Sicilia con tre vittorie per nulla scontate sui tre incontri disputati, ma nessuno nel team della Vitersport hockey pronunciava la parola play off. La conferma è arrivata venerdì, con la partita vs i Red Cobra, ritorno immediato di uno degli appuntamenti siciliani più impegnativi.

 

Gara incerta ed aperta ad ogni risultato nei primi tre tempi, nei quali la Vitersport, che per ragioni di punteggio scende in campo con due sole mazze, ha sofferto il gioco degli ospiti, impiantato su tre. Il quarto tempo, poi, ha evidenziato il pontenziale della formazione di casa, che ha accumulato vantaggio fino a chiudere l’incontro con un chiaro 8 a 3. Grande la soddisfazione, anche se la certezza matematica dell’accesso ai play off è arrivata soltanto il sabato, dopo l’incontro dei Siciliani con i Thunder di Roma, formazione storica nel panorama dell’hockey in carrozzina elettrica ed al vertice della classifica del girone, quindi già certa di accedere alla fase finale, che si è aggiudicata la partita.

 

Ora l’incontro del 3 maggio, con i Leoni Sicani di Agrigento, evento inserito nel cartellone del Festival del Volontoriato organizzato dalla Consulta Comunale, sarà affrontato con maggiore serenità. I Leoni Sicani hanno già messo al sicuro la salvezza ed entrambe le squadre saranno quindi in grado di esprimere un bel gioco, scevro da eccessive tensioni e nervosismi, inevitabili quando le poste in palio e le aspettative sono molto alte. E poi i play off, a metà maggio, a Lignano Sabbiadoro. L’obiettivo della stagione, per la Vitersport Libertas, è raggiunto. L’incontro con le formazioni del girone nord è certo un’incognita, ma la squadra viterbese potrà giocarsela tutta.

 

Non poco è contato in questi risultati la perfetta dotazione di carrozzine, ottenute grazie alla generosità di realtà locali e nazionali. Quando il risultato della competizione è legato all’intuizione della tecnica di gioco, al senso ed alla strategia della partita e poco, talvolta pochissimo, alla forza fisica e al gesto atletico, allora assume un’ importanza fondamentale la qualità del mezzo, nell’hockey della carrozzina. E’ forte il desiderio di supplire con un sussidio adeguato il movimento fisico che non c’è e, nello specifico, “entrare in partita”, fare quello che per una vita si è solo vissuto come spettatori. In questo consiste il successo che sta avendo l’hockey in carrozzina . La Vitersport invita giovani ed adulti, persone con disabilità fisiche anche molto invalidanti, a provare questa meravigliosa esperienza per essere protagonisti e non persone che stanno a guardare.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email