Sabato è andato in scena il quinto appuntamento del campionato di serie B maschile, con lo scontro tra VolleyLife e Roma 7, la quale ha avuto la meglio per 3 a 0 (22-25,12-25,23-25).

Una sfida che nel primo set si è rivelata alla pari, vista la lotta punto a punto in cui nessuna delle squadre è mai andata in vantaggio per più di tre lunghezze. Nel secondo set abbiamo assistito ad un forte calo della squadra di Coach Antonucci che viene sconfitta con 13 punti di scarto. Terzo ed ultimo set fotocopia del primo, con entrambi i team di nuovo a lottare punto a punto. Nel finale però la maggiore esperienza ha permesso ai romasettini di portare a casa set e match.

Queste le parole di Morelli (Roma 7): “Ottima prestione dei miei che hanno recuperato qualche passo falso presentatosi nelle partite precedenti. Dall’altra parte della rete abbiamo trovato una squadra molto viva e giovane. Risultato, secondo me, molto bugiardo viste le prestazioni del primo e del terzo set”.

A seguire le parole del coach viterbese Matteo Antonucci: “Nel primo e nel terzo set siamo stati sempre là, solamente un passaggio a vuoto nel secondo. Si vedono dei piccoli miglioramenti nel gioco da parte dei ragazzi giovani, però dobbiamo imparare a vincere e a gestire i momenti di difficoltà. Mettiamo comunque in risalto la prestazione di Verducci, che ha sostituito il nostro libero Zingaro, il quale non ha sfigurato nonostante non fosse il suo ruolo e in più ottima prestazione del nostro under Natali alla sua prima da titolare”.

Chiudiamo con due parole del presidente Stefano Caporossi: “Mancata la fortuna ma non il coraggio. Abbiamo dato il massimo ma dobbiamo ancora migliorare sfruttando al meglio il nostro settore giovanile”.

Si ringraziano AntennADSL e Telelazionord per la ottima riuscita della diretta televisiva. Ora per la VolleyLife si prospetta un turno infrasettimanale mercoledì in casa della Fenice, match che sarà in dubbio fino alla fine per la situazione incerta dei romani, che non hanno disputato l’ultimo match per causa COVID.

Fabrizio Giuseppe Pignatelli