Due punti sprecati in un singlar tenzone che a dire il vero qualche brivido lo ha creato a Costantino e compagni.

Il Monterosi con il pareggio odierno perde colpi per l’accesso ai  playoff. Peccato. La partita al Rocchi è stata noiosa e ci si aspettava molto di più dagli uomini guidati da Menichini anche in ricordo del 3 a zero inflitto all’Juve Stabia in un incontro divertente e pieno di emozioni. Ad essere sinceri  la Vibonese è stata la formazione più vivace gli uomini di Orlandi fanalino di coda della classifica hanno giocato senza problemi. Lo si è visto in quanto hanno messo in difficoltà diverse volte i padroni di casa.

Il Monterosi ha sprecato ad essere sinceri diverse ottime occasioni svanite nel nulla per difetto di concentrazione. Sembrava che il duo Costantino – Artistico dovesse dare soddisfazione ai tifosi, invece sono state sciupate delle belle occasioni propiziate anche da passaggi calibrati di Cancellieri. Nonostante il pareggio il Monterosi spera di poter acciuffare un posto nei play off e sarebbe una vera e bella soddisfazione.

MONTEROSI-VIBONESE 0-0

MONTEROSI TUSCIA (3-5-2): Alia,  Cancellieri (dal 39’ st. Errico), Borri,  Franchini, Milani (dal 23’ st. Tonetto), Adamo, Basit, Rocchi (23’ st. Piroli),  Mbende,  Artistico (dal 23’ st. Caon), Costantino(24′ st  Ekuban).
A disposizione :  Daga, Basile, Tonetto, Luciani, Piroli, D’Antonio,Verde  .
Allenatore: Leonardo Menichini.

VIBONESE (4-3-1-2): Mengoni, Polidori (dal ’39 st. Carosso), Risaliti, Gelonese (dal 39’ st. Panati), Grillo,  Basso,  Spina (dal 27’ st. Zapp),  Zibert (dal 34’ st. Bellini), Corsi, Suagher,   Curiale.

A disposizioe  :Curtosi, Marson, Alvaro, La Ragione, Ngom, Bellini, Blaze, Panati, Cattaneo, Golfo,Carosso, Zappa.
Allenatore: Nevio Orlandi.

Arbitro: Gianluca Grasso di Ariano Irpino.

1° Assistente: Michele Collavo di Treviso

2° Assistente  Alessandro Munerati di Rovigo.

Quarto uomo : Matteo Campagni di Firenze.

Articolo precedenteCosa fa l’agenzia eventi e in che modo lavora?
Articolo successivoUcraina, MODAVI e Comitato 10 Febbraio: “Profughi non diventino esuli. Garantire integrità territoriale ucraina”