VITERBO – Che la partita contro San Nilo Grottaferrata non sarebbe stata facile, la Stella Azzurra Viterbo lo sapeva benissimo e così infatti è stato: portare a casa i due punti è stato compito molto impegnativo per i ragazzi di Umberto Fanciullo.

La neo promossa si è infatti dimostrato team coriaceo, esperto, perfettamente amalgamato e che gioca un basket molto fisico. La Stella lo ha affrontato con i suoi mezzi migliori e cioè difesa forte e apertura del campo per cercare le conclusioni dei propri tiratori. La prima parte della strategia ha funzionato a dovere, ma le percentuali al tiro, soprattutto da fuori, purtroppo non sono state all’altezza della situzione. Le polveri bagnate dei realizzatori biancostellati hanno un po’ complicato la strategia del coach e quindi la Ortoetruria ha dovuto mettere sul parquet tanta pressione ed altrettanta aggressività che nell’ultima frazione hanno fatto la differenza.

A questo da aggiungere un Rogani veramente al top ed un Caridà che nei minuti finali ha finalmente scaldato le sue buonissime mani. Un mix molto positivo che ha scavato il break decisivo tra le due avversarie e che ha permesso ai padroni di casa di regalare i primi due punti casalinghi, ma soprattutto una prestazione di carattere, ai propri tifosi.

Due gare e due vittorie per la Stella Azzurra Viterbo, che in una gara ostica come questa e contro un ottimo avversario che ha avuto in Spizzichini, Meschini e Garofolo i suoi giocatori migliori, ha dimostrato di essere “squadra”, di saper lottare nei momenti difficili e di avere armi e capacità per poter comunque essere sempre in partita. Una squadra finalmente completa nei suoi ruoli che può mettere in campo soluzioni diverse da affidarsi a giocatori pronti a svolgere i compiti loro assegnati.

Nella Stella, come detto, prestazione eccellente di Rogani e Caridà, ma buono il finale per tutta la truppa viterbese.

Nota stonata, anzi stonatissima, quella relativa all’arbitraggio, con uno dei due uomini in grigio che non è stato mai all’altezza della situazione, in una gara che per intensità e piacevolezza avrebbe meritato decisamente di più.

Lunedì riposo, con gli allenamenti che si riprendono martedì per prepararsi al meglio alla trasferta di domenica ad Aprilia.

Commenta con il tuo account Facebook