La tradizionale Cena per gli Auguri dei soci del Panathlon Club di Viterbo presieduto dal Mds Alessandro Pica si è tenuta nella serata del 9 dicembre scorso presso i prestigiosi locali di “Villa Giulia” a Vitorchiano.
La serata è quella durante la quale vengono premiati atleti, dirigenti e sportivi della Tuscia che hanno meritato nell’annata 2022.
Erano presenti in buon numero Soci ed accompagnatori dei premiati. Buona partecipazione dei soci del Club Panathlon Junior.
Non poteva mancare la socia Chiara Frontini intervenuta anche come Sindaco della Città di Viterbo. Ha giustificato l’assenza il Vescovo mons. Piazza per impegni del suo incarico in precedenza assunti. Ha rappresentato il governatore di Area Lazio Cesare Sagrestani il suo Vicario A.Stefano Marini Balestra che ne ha portato i saluti.
Dopo l’ascolto dell’inno nazionale italiano, di quello europeo e del Comitato olimpico internazionale, quindi il tocco alla Campana, la serata ha preso avvio con la presentazione degli ospiti da parte del presidente Pica nella serata prenatalizia che rinnova la tradizione del Club di riunirsi con le famiglie e condividere con i premiati i successi da loro ottenuti nel corso dell’anno. Ha poi preso la parola il Sindaco Frontini che ha illustrato i programmi del Comune di Viterbo per la sistemazione e completamento dell’impiantistica sportiva a Viterbo, in primis il Palamalè, la Piscina ed il campo sportivo comunale.
Nel corso della serata, durante la cena conviviale, sono stati chiamati a ritirare il premio loro assegnato e precisamente “Menzione speciale” ad Umberto Battistin attivo nell’atletica leggera come atleta, quindi come arbitro di calcio, istruttore e dirigente della FIDAL Alto Lazio. E’ stata poi la volta di Stefano Gemma ricevere la “Menzione speciale” come longevo calciatore militante nelle serie minori dilettanti da oltre trent’anni. Ininterrotto il suo curriculum sportivo nel calcio, è infatti tutt’ora, a 39 anni, difensore centrale della FC SASSACCI nel campionato di terza categoria. E’ in lizza per ottenere il “Pallone d’oro” per i calciatori dilettanti ed è attualmente uno dei più longevi giocatori in campionati di calcio ufficiali. “Menzione speciale” anche per Fatmir Kreuzi, venuto dal Kosovo per curarsi in Italia una malattia che gli ha determinato invalidità, ma non la voglia di gareggiare in Handbike. Nel Giro d’Italia Handbike nell’ottobre scorso a Pisa è giunto primo nella categoria MH4. Il premio Panathlon per il Dirigente è toccato Pietro Carletti, un’icona del baseball di casa nostra. Prima come giocatore ha raggiunto livelli importanti ed ha portato la Montefiascone Baseball ad eccellenza essendone oggi il vice-presidente. Ha tramandato la passione per il Baseball ai suoi tre figli. Il premio Panathlon Junior è stato assegnato a Elena Vergaro attiva oltre che nella danza acrobatica, nel nuoto, nel pattinaggio e nel calcio a 5. Una vera panatleta. E’ attualmente campionessa Italiana junior nella staffetta 4×100 piani.
Il massimo premio, consistente in una riproduzione del “Leone di Viterbo” è andato a Martina Antonuzzi, classe 2006, studentessa del terzo liceo classico che, ad onta della piccola statura e peso, gareggia come Karateka dall’età di otto anni, e non solo, dato che si è dedicata anche alla ginnastica artistica. Sotto l’esperta guida del maestro Fabio Gentileschi, anch’egli presente, inizia dal 2018 a vincere nel Karate molte medaglie, anche d’oro, in combattimenti provinciali, regionali e nazionali. Nel 2022 ha ottenuto la medaglia di bronzo nel Campionato Mondiale di Karate IKU combattimento Junior fino a 50 kg.
Dopo le conclusioni del Vicegovernatore Marini Balestra, che ha invitato tutti ad un brindisi di auguri, la serata è stata conclusa dopo il rituale tocco della Campana da parte del presidente Pica.

Articolo precedenteTarquinia, Battistoni (FI): “Complimenti a Tosoni, avvierà una fase di sviluppo del territorio”
Articolo successivoFrancigena Musica presenta il “Concerto di Natale”