VolleyLife non riesce a fermare l’avanzata bianco celeste degli ospiti che al Palavolley conquistano tre punti grazie al risultato di 1-3 (20-25/13-25/25-21/13-25).

Viterbesi che offrono una prestazione opaca, illuminata solo da un terzo set di buon livello che non è riuscito a controbilanciare gli altri parziali. Molti errori ma soprattutto poca voglia di rimanere attaccati, con agonismo e determinazione, ad un match che doveva dare una svolta dopo due prestazioni non certo ottimali.

Il match ve lo facciamo raccontare dai due coach, che si sono espressi ai microfoni di Fabrizio Giuseppe Pignatelli, iniziando da Matteo Antonucci di VolleyLife Viterbo:

“Di solito sono entusiasta delle nostre prestazioni, ma questa sera non posso dire così. Prestazione assente fatta eccezione per il terzo set, secondo me più per disattenzione degli avversari che per nostri meriti. Approccio al match completamente sbagliato e anche dal punto di vista tattico tutto ciò che avevamo preparato in settimana non si è per nulla visto, faccio i complimenti alla Lazio ma noi oggi non abbiamo giocato. La prima gara dove sbagliamo la prestazione e da questa giornata ci sta solo da riflettere e farne tesoro per migliorare. Siamo giovani, ma le cose da fare bisogna farle”.

Si passa poi a coach Arianna Divanno di Lazio Pallavolo: ”Siamo riusciti ad esprimere un gioco fluido. SI poteva fare meglio il terzo parziale, la Volleylife ci ha messo in difficoltà in battuta ma siamo stati in grado di riprendere il gap perso. Nel quarto set, con l’entrata in campo di forze fresche, abbiamo migliorato in ricezione e questo ci ha reso più tranquilli, una variabile fondamentale per vincere le partite”.

VolleyLife ringrazia tutti i suoi sponsor, in particolare Telelazionord e Antennadsl per la professionalità della diretta televisiva, Fabrizio Giuseppe Pignatelli per il commento e Iacopo Baglioni per la regia.