TARQUINIA – Dopo aver offerto a Tarquinia la straordinaria opportunità di ascoltare dal vivo i Quartetti Fauves, Lyskamm e di Roma, la rassegna “Il Quartetto d’archi”, organizzata dalla Fondazione Etruria Mater, si congederà con il concerto del Quartetto Maurice.

 

L’ensemble si esibirà domenica 19 aprile, alle ore 17, nella loggia di Palazzo Vitelleschi (sede del Museo Archeologico Nazionale Tarquiniense), presentando un programma votato alla musica contemporanea, con uno sguardo al ‘700.

 

Ad aprire il Quartetto n. 1 (Métamorphoses nocturnes) di Ligeti, scritto tra il 1953 e il 1954, prendendo ispirazione dai Quartetti di mezzo di Bartók, il Terzo e il Quarto. Seguiranno l’Arte della Fuga n. 1, 3, 5, 9 di Bach, opera incompiuta e postuma pubblicata nel 1751, che comprende una raccolta di sperimentazioni puramente virtuali sul contrappunto; il Quartetto n. 7 di Shostakovich composto nel 1960, in un periodo che ha segnato nel compositore l’intensificarsi dell’interesse per un tipo di opera che prima aveva coltivato sporadicamente. A chiudere l’omaggio di Scodanibbio al Messico con Sandunga e Besame Mucho.

 

Fondato nel 2002, il Quartetto Maurice studia e si diploma nel 2009 presso il “Corso Speciale di Quartetto” della Scuola di Musica di Fiesole, frequentando parallelamente la prestigiosa Accademia del Quartetto. L’ensemble si è esibita in concerti in tutta Italia e all’estero, tra i quali: Biennale di Venezia 2013, per la stagione “music@villaromana” di Firenze 2012 e 2013, a Strasburgo (Francia) per il festival “Minifest De Musique de Demain”, a New York presso l’Italian Academy della Columbia University, a Macerata per la “Rassegna Nuova Musica”, per il festival “Nuova Musica” di Treviso, per il festival “Encontres de Compositores” di Mallorca, per “All frontiers” di Gradisca d’Isonzo dove ha collaborato con Mika Vainio (Pan Sonic), per l’“International Fajr Music Festival” di Teheran (Iran), presso il Teatro Dal Verme di Milano, al Teatro Quirino di Roma, al Teatro Bibiena di Mantova, al “Festival dei Due Mondi” di Spoleto, al Circolo della Stampa di Torino, nella rassegna “Compositori a Confronto” di Reggio Emilia, al museo Marini di Firenze e al Teatro Vittoria di Torino.

 

Per assistere al concerto (ingresso libero) è indispensabile la prenotazione, chiamando l’ufficio informazioni turistiche del Comune di Tarquinia allo 0766/849282 o scrivendo a info@tarquiniaturismo.it. La rassegna ”Il Quartetto d’archi”, la cui direzione artistica è affidata al maestro Leandro Piccioni, è in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Etruria Meridionale e il Comune di Tarquinia e ha il sostegno di Enel, Munus, Giove Gas, cooperativa Fuori C’Entro e Camping Village Tuscia Tirrenica.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email