TARQUINIA – “La maggioranza afferma la propria assoluta contrarietà alla realizzazione dell’impianto di valorizzazione, raccolta differenziata con compostaggio anaerobico e produzione di biometano e compost in località Olivastro”.
A dichiararlo è l’amministrazione Mencarini attraverso una nota con la quale vuole fare chiarezza al termine di un consiglio comunale caotico. “Questa ferma posizione è doverosa per ragioni di carattere sia politico che tecnico e nell’interesse di tutta la collettività” prosegue la nota.

“Fare il Sindaco, significa assumersi le responsabilità e io non mi tiro assolutamente indietro, anche quando i problemi sono l’eredità di precedenti amministrazioni. Ci siamo presentati alla cittadinanza indicando chiaramente nel nostro programma “No al biogas e al biometano” e faremo tutto il possibile per rispettare quanto abbiamo scritto, per noi non è stato un semplice spot elettorale, ma un impegno assunto nei confronti di Tarquinia e dei tarquiniesi” ribadisce il Sindaco Pietro Mencarini.

“Ad oggi, si stanno ancora approfondendo alcuni aspetti tecnico-amministrativi, per i quali sono stati richiesti pareri agli organi competenti, ma non ancora pervenuti. Il tutto per meglio inquadrare e definire la strategia da adottare in conferenza dei servizio per il rilascio dell’A.I.A. il prossimo 1 settembre. La mozione presentata dalla maggioranza evidenziava la propria contrarietà, suffragata da pareri di natura urbanistica, poiché la zona interessata è ricadente in zona agricola, così come indicato da P.R.G. . Inoltre, nella stessa mozione, si metteva in risalto che il P.T.P.R. ( Piano territoriale paesaggistico regionale) individuava quell’aerea come paesaggio agrario di valore e dunque da salvaguardare e tutelare. Che l’opposizione abbia voluto strumentalizzare e travisarne il senso lo riteniamo un attacco politico del tutto pretestuoso e scorretto. Per fugare qualsiasi perplessità, si è ritenuto opportuno portare la discussione in commissione capigruppo, al fine di realizzare un documento condiviso da votare al prossimo consiglio comunale e di dotare il Sindaco di uno strumento forte per sostenere in conferenza dei servizi la posizione dell’amministrazione” si legge nella nota.

“Parteciperò personalmente alla conferenza per il rilascio dell’AIA (Autorizzazione Integrata Ambientale) il 1 settembre, non ci sarà nessuna e, ribadisco nessuna, delega. In quella sede ribadirò a chiare note l’assoluta contrarietà di questa amministrazione all’impianto in località Olivastro” chiarisce il Sindaco Pietro Mencarini.

“A tutta la cittadinanza, si ribadisce che questa maggioranza intende mettere in campo tutti gli strumenti per la salvaguardia del territorio e della popolazione tarquiniese” conclude la nota.

Commenta con il tuo account Facebook