Al via un nuovo ciclo di conferenze di archeologia subacquea presso la Torre di Dante al Piazzale Europa, dedicato a ricerche condotte lungo la costa tirrenica e nel Mediterraneo, con temi che spaziano dal periodo etrusco all’età romana, fino ancora al pieno rinascimento, ma anche ricostruzioni sperimentali. Gli incontri si terranno con cadenza settimanale, nella lizza difensiva del circuito murario medievale e in caso di maltempo nella sede sociale di Palazzo dei Priori.

Ad aprire felicemente questa nuova serie sarà, sabato 06 luglio p.v., alle ore 21.30, il professor Alessandro Naso, dal 2015 Ordinario di Etruscologia e Antichità italiche all’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, esperto delle culture dell’Italia pre-romana con particolare riferimento agli Etruschi, ai Piceni e ai Sanniti, ha al suo attivo oltre 200 pubblicazioni scientifiche ed è membro di svariati progetti di ricerca in Italia e all’estero. Tarquinia fuori Tarquinia, questo il titolo del suo intervento in cui ricostruirà attraverso i ritrovamenti di materiali etruschi di produzione tarquiniese in tutto il bacino del Mediterraneo, le rotte commerciali e gli scambi a lungo raggio degli Etruschi di Tarquinia.

La manifestazione organizzata dalla STAS con il sostegno del MIBAC e della ASD Assonautica “G. Maffei”, si svolge in collaborazione con l’Università di Napoli “Federico II”, l’Università degli Studi della Tuscia, la Società Storica Civitavecchiese e la Assopaguro di Montalto di Castro, gode infine del patrocinio dell’Università Agraria di Tarquinia.

Commenta con il tuo account Facebook