Paolo Fornai

NASCE LA BIBLIOTECA PAOLO FORNAI

Mercoledì 4 Marzo alle ore 12,00 sarà inaugurata la nuova biblioteca scolastica presso il Liceo Scientifico situato nel centro storico di Tuscania. L’evento sarà aperto al pubblico e coordinato dal Dirigente Scolastico dell’Istituto d’Istruzione Secondaria Superiore “Vincenzo Cardarelli” di Tarquinia, Laura Piroli, alla presenza del Sindaco di Tuscania, dei docenti, degli studentie di quanti vorranno partecipare.

Lo spazio culturale sarà denominato “Biblioteca Paolo Fornai” ed è stato voluto dal Dirigente Scolastico dell’I.I.S. Cardarelli e promosso e supportato da tutti i docenti e studenti del Liceo Scientifico di Tuscania.

“Un nuovo punto di aggregazione, di studio e di approfondimento che si ispira allafigura di Paolo, studente indimenticabile che ha regalato sorrisi ed entusiasmo, unentusiasmo contagioso. Il suo impegno di rappresentante di istituto e la sua voglia di rinnovare, proporre e inventare ha lasciato un seme che oggi continua a crescere in queste nuove stanze del Liceo. – riferiscono dal Cardarelli – Paolo Fornai nasce nel 1998, purtroppo nel 2017, presso l’Ospedale San Raffaele di Milanosi è spento dopo una breve e crudele malattia. Figlio di Letizia e Sergio, fratello maggiore di Pietro, visse in famiglia a Tuscaniafrequentando con amore e passione il SUO Liceo Scientifico dove volle sostenere caparbiamente, seppur debilitato e gravemente malato, l’esame di maturità prima di rientrare definitivamente in ospedale per la sua successiva ed imminente dipartita per il Cielo”.

Verrà affissa nella nuova biblioteca del Liceo Scientifico la lettera originale che l’allora Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Valeria Fedeli, scrisse direttamente a Paolo in quel periodo finale di vita difficile e doloroso; una lettera che riportava esattamente queste parole:

Caro Paolo, sono venuta a conoscenza, alcuni giorni fa, della tua storia e non nego la difficoltà che ho avuto nel capire quale fosse il modo migliore per far si che sentissi l’affetto e la vicinanza mia personale e di tutta la scuola.
La tua vicenda è un invito per tutti noi a non cedere mai di fronte alle avversità della vita e a concederci sempre uno spazio di speranza.
Il sentimento che mi pervade è, dunque, di profonda stima per la forza con la quale stai affrontando la malattia, perché non hai ceduto alla rassegnazione, anzi, hai voluto, con determinazione, affrontare l’Esame di Stato che rappresenta per ogni studente non solo la conclusione di un percorso di studi, ma il passaggio simbolico dall’adolescenza alla maturità.
Maturità che tu hai dimostrato di possedere prima ancora di sostenere le prove previste.
Ti ringrazio, quindi, per la lezione che ci stai impartendo. Ci stai offrendo la possibilità di fermare il nostro pensiero, troppo spesso concentrato sulle futilità, alla fragilità della condizione umana che ci tocca tutti, nessuno escluso.
In bocca al lupo, Paolo, e sono in attesa di tutte le notizie che vorrai farmi pervenire da adesso in poi, a cominciare dal sicuro successo dell’esame che andrai a sostenere.
Firmato di pugno: Con stima e affetto“. Valeria Fedeli

Paolo è stato inoltre impegnato nello scoutismo AGESCI, attivo nella vita parrocchiale edinaltre realtàassociative del volontariato civile e cattolico,tra le quali SOLIDALIA ONLUS ed UNITALSI; tastierista entusiasta del coro parrocchiale “Eikos” edelle band giovanili“The Background” e “The FiveGoodReason” oltre cheattore di teatro amatoriale.

Il clan scout AGESCI “Tuscania 1” ha preso il nome di “Paolo Fornai” a partire dall’anno 2017e,insieme a quello di altri scout deceduti,il nome di Paolo è riportato nel “Monumento funebre naturale” del MASCI presso la “Base scout del Cerro” a Tuscania.

Sono stati dedicati a Paolo anchela Compagnia Teatrale dell’Oratorio S.Luigi di Tuscania oltre che gli spettacoli teatrali che questa ha portato in scena a partire dall’anno 2018:“Karol il Grande”, musical suSan Giovanni Paolo IIa cui lo stesso ragazzo ha collaborato come compositore,e “Santo Pio”, musical sul Frate Cappuccino di Pietrelcina.

La vita di Paolo Fornai è stata spuntoper una testimonianzadei suoi genitori riportata sul libro “Piccola guida alla gioia quotidiana” scritto da Suor Cristina Scuccia e da Gregory Turpin, edito da Mondadori nell’anno 2019 e distribuito in tutte le librerie d’Italia.
La tomba di Paolo Fornai è situata presso il cimitero di Tuscania.