Il Gruppo Archeologico Città di Tuscania subito al lavoro per le iniziative e le attività sociali del nuovo anno. Già in programmazione molti progetti che stanno riscuotendo grande successo, quali la visita ai Musei Vaticani prevista per sabato 21 gennaio e il corso formativo “Etruscologia. La cultura materiale e lo sviluppo storico della civiltà etrusca” in partenza il 22 gennaio 2023.

L’associazione sta lavorando anche ad una serie di iniziative volte alla valorizzazione e alla promozione del patrimonio archeologico del territorio di Tuscania in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la Provincia di Viterbo e per l’Etruria Meridionale e con la Direzione Regionale Musei del Lazio.

“La nostra associazione è viva – commenta il Direttore Alessandro Tizi – e sta programmando al meglio la ripresa delle attività sociali nelle prime settimane del 2023. I soci sono al lavoro da giorni e sono certo che le nostre iniziative avranno un largo successo presso la cittadinanza. Sicuramente faremo sentire la nostra voce per quel che riguarda lo stato delle aree archeologiche tuscanesi, che è inaccettabile e lo faremo al più presto”.

Ancora alcuni posti disponibili per la visita ai Musei Vaticani. L’iscrizione è possibili fino al 30 dicembre 2022, pagando la quota di partecipazione presso la sede sociale che rimarrà aperta giovedì 29 dicembre dalle 17.00 alle 20.00.

È possibile anche partecipare al corso formativo “Etruscologia” iscrivendosi, fino al 15 gennaio 2023, presso la sede di via del Comune 1 a Tuscania (Palazzo San Leonardo) oppure contattando l’associazione via email: [email protected] e WhatsApp 3891125336.

Articolo precedenteRoma-Viterbo, TrasportiAmo: “Commissariamento ferrovie regionali ex-concesse, la politica arriva tardi”
Articolo successivoDuemila visitatori per la prima del presepe vivente di Tarquinia