9 OTTOBRE h. 21.00 
CON GRANDE SPREZZO DEL RIDICOLO

Ambientato nel 1884, la scena si divide in due grandi emisferi: quello della casa, dove il protagonista Giuseppe si è appena trasferito con la famiglia, e quello del parco del Valentino, dove invece viene ammaliato dalla bellezza di Kadiga, una principessa africana ospite della Grande Esposizione Universale.
22 OTTOBRE h. 21.00
ACARNESI

Aristofane con la sua ironia tragica e parossistica tratta negli Acarnesi uno dei grandi temi che caratterizza tutta la sua opera: la pace. Il conflitto non nasce contro il nemico esterno, con cui alla fine della prima scena il protagonista stipula senza difficoltà la pace, ma è insito nella società stessa, nella polis, tra i propri simili, nei vicini, insomma nel demos. Solo apparentemente la pace da stipulare è quella con l’odiata Sparta. La vera pace è quella da costruire all’interno della propria comunità.

27 OTTOBRE h. 21.00
LEVIATANO

Tre microfoni. Due chitarre. Un distorsore. Tre attori, musicisti, performer. Leviatano è un racconto profondamente radicato negli anni ’90, decennio del grunge, neo punk e brit pop: la musica con cui siamo cresciuti noi. Ed è proprio grazie a questa musica – interpretata dal vivo dagli attori – che prende vita uno spettacolo che mescola realtà e finzione, anni ’90 e contemporaneità, teatro e concerto.