VETRALLA – “Sono passati alcuni giorni dalla tempesta mediatica suscitata dalla sperimentazione del nuovo mercato che coinvolge via Roma da un solo lato ed ha, di conseguenza, istituito l’isola pedonale.

La vicenda dei due segnali di divieto di accesso, posti nei pressi delle scuole elementari, hanno scatenato l’interesse ed al tempo stesso il dibattito di tanti utenti che hanno speso parole in Internet. Le domande che si sono poste sono tante e varie:

– “Vale quello senza ruggine”;
– “Divieto sia sulla strada che fiancheggia le scuole sia sul tratto principale?”;
– “Meglio un cartello in meno e una buca tappata”;
– “Prima hanno messo il più piccolo poi si sono accorti che nessuno se lo filava è l’hanno messo più grande”;
– “Roba da inviare su paperissima”;
– “Siamo a Vetralla c’è poco da capire”;
Tante le questioni evidenziate dai cittadini, ma nessuno dell’Amministrazione si preoccupa di rispondere”.

Gennaro Giardino

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email