Vetralla ha reso omaggio alle FORZE ARMATE celebrando l’UNITA NAZIONALE e i 100 ANNI dalla fine della GRANDE GUERRA presso il MONUMENTO AI CADUTI Pietro Canonica di Vetralla.

Il primo cittadino Francesco Coppari ha ricordato il Presidente Mattarella per aver commemorato nella città di Trieste, invitando all’ unità nazionale, alla pace e alla cooperazione.

L’unità nazionale di allora, esigenza che portò al sacrificio di molte vite umane di “poveri diavoli” come li definisce Ungaretti,oggi è l’esigenza di un’Europa unita e libera, quale baluardo di pace, contro ogni oppressione e forme di razzismo. Nessuno stato può far fronte da solo alla nuova dimensione sempre più globale, ne uscirebbe perdente.

Un ringraziamento a tutti i presenti nonostante le avverse condizioni climatiche, alle Associazioni combattentistiche e d’arma, alle Associazioni cittadine di volontariato e promozione sociale, ai rappresentanti delle forze dell’ ordine, al complesso bandistico O.Pistella, all’ attrice Francesca Spurio per aver letto poesie tematiche di Ungaretti e a Don Pablo Passionista per la bellissime parole e la Santa Benedizione.

Un ringraziamento particolare al dirigente scolastico dott. Roberto Santoni per aver messo tempestivamente a disposizione l’Aula Magna Fantozzini della scuola primaria di Vetralla.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email