All’Istituto Tecnico Leonardo da Vinci Il mese di gennaio è stato dedicato al percorso di formazione per gli studenti mediatori.  Il progetto Erasmus+ MEPEV all’ITT Leonardo da Vinci entra nella fase cruciale in cui tutti i protagonisti del progetto stanno utilizzando i materiali prodotti fino ad ora.

La formazione è stata gestita dal professionista Dr Paciotti, Psicologo, che già collabora con il nostro Istituto con il progetto OASIS. Il gruppo è stato formato per applicare le attività di gestione dei conflitti e di miglioramento delle relazioni interpersonali nelle nostre realtà scolastiche.

Il gruppo ha utilizzato per la formazione i manuali messi a punto dai partner del progetto. I ragazzi in particolare hanno attivato tutte le attività che sono previste per affrontare e migliorare le dinamiche che si possono riscontrare nei fenomeni di vittimizzazione.

In questo momento la formazione riguarda i futuri formatori, docenti che si sono proposti per svolgere il percorso dei ragazzi, contemplando anche una parte legislativa e di contenuti teorici sulle dinamiche di gruppo. I componenti del progetto Mepev stanno facendo da guida per i colleghi.

La formazione consisterà in 20 ore, saranno di supporto i manuali predisposti dai partner.

Il nostro Istituto da sempre è attento alla tematica della vittimizzazione che, se non individuata, può portare a difficoltà di gestione e può sfociare in atti di bullismo.

In questo ambito la funzione del corpo docente, in particolare dei docenti sensibilizzati, è quello di monitorare, individuare situazioni a rischio e trovare la strategia migliore per evitare situazioni critiche e di essere di supporto agli studenti mediatori.

Per l’attenzione che il “Leonardo da Vinci” ha sempre avuto, la sua candidatura alla partecipazione al progetto Erasmus+ è stata accolta con favore come unico Istituto scolastico partner.

Gli altri partner sono un gruppo selezionato di università ed entiattivi e competenti del settore: l’istituto capofila turco per la formazione giovani adulti ALTINDAG ILCE MILLI EGITIM MUDURLUGU, ANKARA, due università, una slovena e una turca, e un istituto austriaco per la formazione permanente.

Nelle prossime settimane l’Istituto con il gruppo formatori e mediatori progetterà la disseminazione verso altre realtà scolastiche del territorio

Alla fine del mese di marzo si svolgerà un incontro all’università di Maribor in Slovenia in cui verrà redatto un articolo scientifico con tutte le evidenze emerse nel progetto e verrà delineata la parte finale del progetto che terminerà a fine luglio.