“Con-tatto ci darà tante soddisfazioni, sia per l’arricchimento umano che per la collaborazione con tante realtà rotariane e non solo”, così Simona Tartaglia, presidente del Rotary Club Viterbo.

“Siamo davvero onorati della proposta avuta dall’Associazione via Francigena in Tuscia Viterbo, nella persona di Alessandra Croci – prosegue – che ci ha presentato il progetto e fatto conoscere l’iniziativa del Rotary Club Torino, che si svolgerà sul nostro territorio”.

Sale così l’attesa per le autorizzazioni finali, tenendo conto del particolare momento di emergenza sanitaria attuale. “In caso positivo attenderemo che i 12 ragazzi affetti da autismo,e i loro accompagnatori, giungano in città lungo la via Francigena e li accoglieremo, portandoli a conoscere le bellezze di Viterbo e unendoci al gruppo nella partenza del giorno dopo, condividendo con loro il tratto verso Vetralla. Tanti soci ed amici – conclude la presidente Tartaglia – hanno mostrato entusiasmo e saranno con noi, a supporto dell’iniziativa dell’ Associazione via Francigena in Tuscia Viterbo e del Rotary Distretto 2031”.

 

Articolo precedenteViterbese acquista a titolo definitivo il diritto alle prestazioni sportive di Fabio Porru
Articolo successivoVincenzo Camilleri in prestito alla Viterbese