Sabato 26 marzo si è svolta, presso il Circolo Bocciofilo Viterbese, l’edizione 2022 dei Giochi Regionali Bocce Special Olympics Italia Team Lazio, che ha visto confrontarsi 22 atleti speciali di cinque Società Sportive, provenienti da tutta la Regione.

La manifestazione, organizzata dalla ASD Sorrisi che Nuotano Eta Beta ODV, in collaborazione con il Circolo Bocciofilo Viterbese, il Comitato Regionale Lazio della Federbocce, il Team lazio dello Special Olympics Italia, il Comitato Regionale Paralimpico e la Fondazione CARIVIT, è stata finanziata dalla Regione Lazio nell’ambito dell’Avviso pubblico “Vivi lo Sport 2021”, volto ad incentivare la ripresa delle occasioni di incontro tra atleti speciali e paralimpici dopo la lunga sosta dovuta alla nota emergenza sanitaria.

Particolarmente nutrito il parterre, con Matteo Achilli e Antonella Sberna, Chiara De Carolis del Centro Servizi Volontariato di Viterbo, il Presidente di Viterbo con Amore Domenico Arruzzolo, una rappresentanza di Allievi della Scuola Marescialli A.M., il Presidente del Circolo Bocciofilo Viterbese Angelo Ranocchiari, il Rappresentante del Delegato CONI di Viterbo, il Presidente del Comitato Regionale Lazio Flavio Stani, il Direttore Regionale Special Olympics Italia Stefania Cardenia, il Delegato provinciale del Comitato Paralimpico Carlo Aronne, il Presidente della Fondazione Carivit Marco Lazzari e, in rappresentanza della Regione, l’Assessore Regionale alle politiche Sociali Alessandra Troncarelli, che ha ufficialmente aperto i Giochi.

Tutte le autorità intervenute hanno voluto sottolineare, nei loro interventi, il significato dell’evento che, nel rispetto della rigida normativa anticovid, ha rappresentato comunque un momento di ripartenza dello sport e di incontro dopo oltre due anni di fermo totale.

La manifestazione è stata arricchita, grazie alla collaborazione dei rispettivi Dirigenti Scolastici, dai tanti studenti volontari del Liceo Pedagogico “Santa Rosa” e del Liceo Classico “M. Buratti” di Viterbo, che non hanno fatto mancare agli atleti il calore ed il sostegno in ogni momento delle gare.

Organizzazione perfetta, grazie anche alla collaborazione dei Soci del Circolo Bocciofilo Viterbese, che hanno garantito la direzione di gara, ed ai Soci della ASD del “Family Team” che si sono prodigati sia negli allestimenti, che nel supporto logistico alla manifestazione

L’ASD Sorrisi che Nuotano Eta Beta ODV, grazie al progetto “Ripartiamo dallo Sport” finanziato dalla Fondazione CARIVIT, per la prima volta si è cimentata nel gioco, ottenendo comunque ottimi risultati, tenuto conto che gli allenamenti sono iniziati solo dallo scorso mese di ottobre.

La coppia Giorgio Serafini e Stefano Vagnoni, nella loro Divisione, hanno conquistato una brillante medaglia d’argento, mentre le coppie formate da Martina Casagrande e Marta Troili, Fabiana Papalini e Maria Celeste Carnassale, e Roberto Ricci e Corrado Ricci hanno onorato l’impegno con un’ottima medaglia di bronzo. Risultato conseguito grazie all’impegno dei Tecnici Sandro Bizzarri e Luigi Liorni che, dal mese di ottobre, seguono i ragazzi negli allenamenti settimanali.

“Per noi si è trattato di un esordio assoluto sia in termini tecnici che organizzativi ed il bilancio è sicuramente positivo,” – ha commentato il Presidente della ASD Sorrisi che Nuotano Eta Beta ODV Maurizio CASCIANI – “L’auspicio, mutuando il titolo del progetto finanziato dalla Fondazione Carivit “Ripartiamo dallo Sport”, è che questi Giochi possano veramente rappresentare una “ripartenza” dello sport in tutte le sue forme, che tanto ci è mancato in questi due anni. Ed ora, i primi del mese di giugno saremo a Torino per i Giochi Nazionali Estivi Special Olympics Italia, dopo gli ultimi giochi organizzati nel 2019.”

 

 

Articolo precedenteGubbio-Viterbese, 19 calciatori convocati da mister Dal Canto
Articolo successivoMontefiascone, solo un pari con Astrea