Pacchetto socializzazione mediante attività sportiva inclusiva, online da questa mattina l’avviso pubblico. Le domande dovranno pervenire entro il prossimo 17 dicembre con le modalità riportate nello stesso avviso pubblico. Si tratta di una misura rivolta a famiglie residenti a Viterbo, con figli di età compresa tra i 5 e i 14 anni compiuti nel 2021, iscritti a una società o associazione, affiliata a un ente di promozione sportiva iscritto al CONI o riconosciuto a livello nazionale, per svolgere corsi di attività sportiva per l’anno sportivo 2021/2022.

Tra i requisiti indispensabili l’ISEE non superiore a 12mila euro. Il contributo, riferito a ogni singolo ragazzo, è di un importo di € 100,00, con un limite massimo di € 200,00 a famiglia. “Una misura importante – sottolinea il sindaco Giovanni Maria Arena -. Un’iniziativa intersettoriale che abbiamo riproposto, dopo lo stop dello scorso anno. Ringrazio il consigliere comunale delegato ai rapporti con le associazioni e le società sportive Matteo Achilli per aver promosso questa iniziativa, frutto di una proficua collaborazione istituzionale tra l’assessore ai servizi sociali Sberna e l’assessore allo sport De Carolis”. “Un avviso che consente di fornire un sostegno economico alle famiglie in difficoltà – ha spiegato l’assessore ai servizi sociali Antonella Sberna – . Ritengo sia il modo ideale per incentivare la pratica dello sport dopo le difficoltà dei mesi scorsi, soprattutto quelli del lockdown che hanno imposto lo stop forzato alle attività sportive anche di bambini e adolescenti. Un’iniziativa che va a sostenere economicamente le famiglie e al tempo stesso contribuisce alla prevenzione del disagio giovanile.

Una misura che rientra non solo nell’ambito dei servizi sociali, attraverso il contributo ai nuclei familiari per il pagamento delle rette per l’attività sportiva dei ragazzi, ma riguarda anche le politiche giovanili, in quanto incentivo all’attività sportiva, e quindi alla socializzazione dei nostri giovani”. “Teniamo molto a questa misura proposta dall’assessorato ai servizi sociali – ha continuato l’assessore De Carolis – e siamo felici sia stata riproposta. Un aiuto per tante famiglie che proprio grazie a questo contributo potranno consentire ai loro ragazzi di praticare sport, un’attività sana che fa bene al fisico e alla mente dei nostri figli”.

“Una misura che ho promosso insieme ai servizi sociali anche a seguito della sollecitazione da parte di famiglie, associazioni e società sportive – ha aggiunto il consigliere delegato Achilli -. Un connubio perfetto tra sport, salute, prevenzione, socializzazione e sostegno economico, elementi indispensabili per promuovere politiche attive per bambini e adolescenti della nostra città”.

La versione integrale dell’avviso (con allegato modello di domanda) è consultabile sul sito istituzionale www.comune.viterbo.it alla sezione settori e uffici – settore V – avvisi pubblici oppure direttamente al link https://www.comune.viterbo.it/richiesta-contributo-attivita-sportiva-inclusiva/ .