VITERBO – Giornata della Memoria, la città ricorda la triste ricorrenza dell’olocausto. Domani 27 gennaio il sindaco Leonardo Michelini con l’assessore alla pubblica istruzione Raffaella Valeri parteciperanno alla cerimonia organizzata dall’istituto comprensivo Fantappiè.

 

La mattina avrà inizio alle 11, in via della Verità 19, quando gli studenti della scuola media depositeranno la corona – messa a disposizione dal Comune di Viterbo – nei pressi dell’abitazione della famiglia ebrea che trovò la morte nei campi di concentramento.

 

E proprio in memoria della famiglia deportata ad Auschwitz nel 1944, Vittorio Emanuele Anticoli, la figlia Letizia e il genero Angelo Di Porto, lo scorso 8 gennaio sono state collocate tre pietre di inciampo davanti all’ingresso dell’edificio da cui fu prelevata la famiglia. Alle 11,30 la cerimonia proseguirà all’interno della palestra dell’istituto comprensivo Fantappiè con l’intervento del sindaco e degli organizzatori, momenti dedicati alla poesia, alla musica e con l’incontro tenuto dal giornalista e scrittore Daniele Camilli.

Commenta con il tuo account Facebook