Le lezioni si svolgono presso la Biblioteca comunale. Molte richieste, possibile un bis

È iniziato il corso di lingua italiana rivolto ai cittadini stranieri residenti nel territorio del Comune di Acquapendente. Le lezioni, che si svolgono presso la Biblioteca comunale, sono tenute da docenti dell’istituto CPIA “Giuseppe Foti” di Viterbo, con il quale il Comune ha stipulato un’apposita convenzione.

L’iniziativa rientra nell’ambito delle politiche sia sociali che culturali portate avanti dall’amministrazione comunale, allo scopo di promuovere l’accoglienza e la conoscenza della lingua e della cultura italiane. Infatti, per un cittadino straniero acquisire un’adeguata padronanza dell’italiano è un aspetto essenziale per affrontare i problemi e le necessità del quotidiano e integrarsi al meglio nella vita della città e del territorio.

Al corso, che si concluderà nella prima settimana di gennaio 2023, sono iscritte 25 persone, di cui 17 adulti (da sedici anni in su) e 8 bambini, in due classi distinte. Dal momento che risultano molti altri interessati a partecipare, il Comune sta valutando l’organizzazione di un secondo corso per soddisfare le numerose richieste. Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi presso l’ufficio servizi sociali del Comune di Acquapendente.

Articolo precedenteBomarzo, la minoranza risponde all’Amministrazione comunale su diversi punti
Articolo successivoBasket femminile, Domus Mulieris in trasferta contro la capolista