«Dopo l’apertura del drive in per i tamponi, – afferma Angelo Ghinassi, Sindaco di Acquapendente, – l’ospedale di Acquapendente diventa, insieme a Viterbo, Civita Castellana e Tarquinia, un presidio per la somministrazione dei vaccini anti-Covid.

Ci sembra un risultato importante per tutta l’Alta Tuscia.

Si afferma, anche di fronte ad una situazione di emergenza, la validità di una concezione del sistema sanitario dislocato sul territorio e più vicino a tutti i cittadini.

L’Amministrazione Comunale di Acquapendente, nell’esprimere la propria soddisfazione, ringrazia per questa scelta la ASL di Viterbo e la Regione Lazio.

Siamo sicuri che sia questo il modello da seguire e da riaffermare anche per il futuro, anche oltre la pandemia.

Ora però prepariamoci a svolgere bene il nostro lavoro e facciamolo diffondendo fiducia verso gli operatori ed i servizi sanitari, facendo una corretta informazione sui comportamenti da seguire per prevenire il contagio e le sue tragiche conseguenze.

Con il vaccino, da adesso in poi, c’è uno strumento in più ed i prossimi mesi saranno decisivi per debellare il coronavirus e per ritornare quanto prima ad una situazione di normalità.

Il 2021 per il nostro territorio si apre con tutti i servizi sanitari che servono per affrontare questa sfida ed è qualcosa di più di un augurio di buon anno.

Ora sta a noi cittadini dare una risposta all’altezza, alla nostra intelligenza ed al nostro altruismo».