VITERBO – Tra qualche giorno, appena passato il freddo, inizierà una delle guerre più spietate atte a tutelare la salute del nostro cane: quella contro i parassiti. Questo conflitto ammette ogni forma di arma ed è senza esclusione di colpi. Da qualche anno, nel nostro cinturone abbiamo a disposizione anche un’altra arma potenzialmente più attiva delle comuni fialette o collarini.

La pasticca che va somministrata per via orale. Si tratta di un antiparassitario di ultima generazione, a differenza dei classici collari e fialette, la sua formulazione è stata studiata appunto sotto forma di compresse masticabili.

Si somministrano facilmente in quanto sono abbastanza appetibili, si possono mischiare nella pappa, o possono essere date in prossimità del pasto con l’accortezza di non spezzarle né dividerle. Agisce contro le infestazioni da pulci e zecche e la sua azione ha la durata di 3 mesi. Il principio attivo di questo antiparassitario è il Fluralaner, che ha un azione insetticida ed un acaricida sistemica e fornisce:

• Attività insetticida immediata e persistente per 12 settimane contro le pulci (Ctenocephalides felis);

• Attività acaricida immediata e persistente per 12 settimane contro le zecche (Ixodes ricinus, Dermacentor reticulatus e D. variabilis);

• Attività acaricida immediata e persistente per 8 settimane contro la zecca (Rhipicephalus sanguineus).

Questo antiparassitario può essere usato nei Cani dai 2 mesi di vita e con un peso superiore ai 2 kg.

Esistono 5 formulazioni, a seconda del peso del cane:

1. per cani di taglia molto piccola (2-4,5 kg)
2. per cani di taglia piccola (>4,5-10 kg)
3. Per cani di taglia media (>10-20 kg)
4. Per cani di taglia grande (>20-40 kg)
5. Per cani di taglia gigante (>40-56 kg)

Ogni scatola contiene una compressa, dal momento dell’assunzione il farmaco raggiunge la sua massima concentrazione nel giro di 1 giorno e si distribuisce nel grasso, nei muscoli, reni e fegato, dove mantiene la sua concentrazione per 3 mesi, superati questi la sua azione viene meno. E’ importante sapere che l’azione contro le pulci e le zecche avviene solo dopo che il nostro cane viene punto, in quanto solo dopo aver fatto il pasto di sangue, i parassiti vengono a contatto con il farmaco e muoiono nel giro di 8-12 ore. Questo perciò non esclude la trasmissione di malattie trasmesse da parassiti.

Come tutti i farmaci purtroppo anche questo non e’ immune da controindicazioni o effetti collaterali e, se pur moltissimo rare, da fonti più o meno attendibili, bufale a parte, sembrerebbe che questo farmaco potrebbe provocare, in rarissimi casi, inappetenza limitata a pochi giorni o vomito transitorio. In animali colpiti da ulcera ricorrente ne è sconsigliato l’uso in quanto potrebbe favorire il sanguinamento.

Si acquista in farmacia Veterinaria, obbligatoria la ricetta del medico poiché considerato a tutti gli effetti un farmaco.

Leonardo De Angeli

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email