Chantal Pistelli McClelland si racconta all’indomani dell’investitura come referente cittadino della campagna di sensibilizzazione nelle scuole di Pisa

“Sono orgogliosa di essere stata scelta come testimonial di SuperAbile”.

E’ una Chantal Pistelli McClelland raggiante. La 30enne modella, sportiva e consulente di immagine, “madrina” della campagna di sensibilizzazione sul tema della disabilità (e non solo) nelle scuole pisane, è semplicemente radiosa.

Il progetto nato dall’intuizione di Alfredo Boldorini, consigliere comunale di Bassano Romano (VT), con l’aiuto di Alessandra Mosci, presidente degli Etruschi di tiro con l’arco, e che vede protagonisti Lorenzo Costantini, Chiara Bordi (terza a Miss Italia 2018) e Marzia Viola, giovani ragazzi viterbesi amputati, entra nel vivo anche nel territorio pisano.

“C’è tanta strada da percorrere – puntualizza Chantal – ma qualcosa di nuovo si comincia a percepire nell’aria. Questo progetto viene nel momento giusto e credo possa portare una ventata di novità e di attenzione all’interno del mondo della disabilità”.

E si perché le tematiche a cui si riferisce Chantal, quelle sull’inclusione, sulla parità, contro i fenomeni di bullismo tra i banchi di scuola, quelle stesse tematiche con cui lei da piccola si è sempre dovuta confrontare, che sono un pò il “core business” di SuperAbile – e che comunque lo hanno reso celebre nelle 21 tappe precedenti, coinvolgendo qualcosa come 3200 studenti della Tuscia, macinando più di 1000 chilometri per il Lazio, avranno un posto di riguardo nel progetto. Progetto che, grazie all’energia ed all’impegno della 30enne pisana sta creando un certo interesse in città.

“Finalmente – prosegue Chantal Pistelli McClelland – arriva anche da noi un progetto serio che mira ad educare proprio sul territorio e soprattutto in mezzo ai nostri giovani e nelle scuole, autentico punto cardine da dove ripartire, dove insegnare l’educazione e la conoscenza su certe importanti tematiche. Sono estremamente contenta di far parte di questa avventura – continua la bellissima modella con un arto artificiale fashion – e lo sono doppiamente perché lo faremo insieme ai nostri ragazzi, alle nostre nuove leve perché saranno proprio loro il futuro di domani.
Non vedo l’ora di entrare in classe a contatto con gli studenti.

Ringrazio SuperAbile Viterbo ed il suo ideatore Alfredo Boldorini per avermi coinvolta in questa bellissima esperienza. Nei prossimi giorni ci saranno novità”.

(Foto a cura di RawFilm)

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email