BASSANO ROMANO – “Sport in Piazza? Un bellissimo evento pieno di persone, di energia e di passione. Abbiamo bisogno di queste iniziative. Una delle manifestazioni più belle mai organizzate a Bassano”.

La seconda giornata sportiva bassanese si chiude in modo assolutamente positivo. Con commenti unanimi. Al di là di ogni più rosea aspettativa.

“Bisognerebbe farne una ogni mese: il nostro paese ha bisogno di queste iniziative”, hanno detto in molti, rimasti entusiasti davanti ai colori, alle insegne ed alla magia dello sport.
Dinanzi ad una cornice di pubblico importante, il parco pubblico si è trasformato, per un giorno, in un autentico villaggio sportivo, con tecnici, allenatori, stand, campi da gioco, bambini ed intere famiglie, sotto l’occhio vigile della Lamborghini Huracane posizionata, insieme ad un’altra unità della Polstrada di Viterbo del dirigente Porroni, all’entrata principale.

Sotto i cinque cerchi del Coni regionale del presidente Riccardo Viola, dai bambini ai pensionati, tutti, venerdì scorso, hanno avuto la possibilità di fare sport, all’aria aperta, divertendosi, stando in compagnia. Una bella giornata insomma.
Il numero delle discipline a disposizione è di fatto raddoppiato, passando dalle 16 della prima edizione, alle attuali 30.

L’evento, organizzato dai consiglieri comunali Eros Marchetti e Alfredo Boldorini, ha visto sul campo il tennis tavolo, calcio balilla, rugby, basket, calcio, volley, ballo, hockey, joga, ginnastica posturale, spinning, scherma, equitazione per bambini, lezioni di difesa personale, tiro con l’arco, tennis, pole dance, pilates, zumba, bocce, bikers, runners ed una postazione di SuperAbile.

Ed a proposito del progetto, nato tra l’altro proprio a Bassano Romano lo scorso anno, da segnalare il sostegno dell’intera piazza a Chiara Bordi, 18enne di Tarquinia, (protagonista insieme a Lorenzo Costantini e adesso anche Marzia Viola di Montalto di Castro), conosciutissima in paese, oggetto di alcuni attacchi sui social, alla vigilia, sulla sua diversità.

Bassano Romano si è stretta con calore ed affetto intorno alla giovane liceale del Vincenzo Cardarelli della Dirigente Laura Piroli, condannando il gesto. Nella notte, poi, il verdetto del concorso: terzo posto finale per lei. Con applausi a scena aperta.

“Quando abbiamo chiesto di sostenere la nostra Chiara conosciutissima in paese per via di SuperAbile – ha detto Alfredo Boldorini, a nome del comitato organizzatore – tutti, atleti e non, si sono resi disponibili. Dopo Lorenzo anche Chiara ormai fa parte a tutti gli effetti della nostra comunità. Anzi, proprio per rafforzare questo legame, insieme ai suoi familiari, l’abbiamo già invitata in Comune, per un saluto ufficiale, in aula consiliare. La nostra società ha bisogno di questi esempi e di questi messaggi”.

Mentre giovani e meno giovani si divertivano nell’area parco giochi, nell’arena prendeva il via il momento istituzionale. Prima le presentazioni ufficiali degli Amatori calcio Bassano, storica compagine attiva dal 1989, quindi il Bassano calcio del patron Franco Moretti impegnato nel difficile girone A di prima categoria.

Successivamente insieme al sindaco di Bassano Romano, Emanuele Maggi, al vice presidente del Coni regionale Alessia Pieretti, accompagnata da Elisa Pellegrini e Tommaso Pierlangelini (ambedue del settore tecnico del comitato regionale di Via Flaminia) si è entrati nel vivo del momento istituzionale.

Sia Maggi che la Pieretti hanno incentrato i loro discorsi sull’importanza della pratica sportiva, sull’importanza di creare questi momenti di socializzazione per e tra le diverse fasce d’età.

Un riconoscimento anche a Stefano Colletti, testimonial di Sport in Piazza 2018, anche lui a ben vedere un SuperAbile che, dopo il tremendo incidente stradale del 2009, anche attraverso lo sport è riuscito – con l’aiuto della famiglia – a reagire dando a tutti un ottimo messaggio di vita e di speranza.

Prima del rompete le righe di una giornata impeccabile sotto tutti i punti di vista, finale davvero da incorniciare con il lento passaggio della Lamborghini Huracane nella piazza (tra la folla ed il balletto di zumba) a salutare in qualche modo l’edizione di Sport in Piazza 2018.

“Una giornata perfetta – ha concluso Alfredo Boldorini -. Vedere il parco trasformarsi in un villaggio sportivo con intere famiglie giocare e sorridere è sinonimo di comunità, di socialità e di integrazione. Non possiamo chiedere francamente di più. Un ringraziamento a tutti coloro i quali hanno partecipato a vario titolo all’evento”.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email