Nicola Mazzarella vince sull’altro candidato, Luca Torelli, con 1120 voti (a fronte di 977) e viene eletto sindaco di Blera e di Civitella Cesi.

Opere pubbliche, politiche sociali e rivalutazione”enogastronomica” del Borgo nella mission dei nuovi amministratori: “Abbiamo pensato a misure di aiuto e sostegno alle nostre attività produttive attraverso non il solo assistenzialismo ma strumenti che puntino alla crescita, alle categorie più deboli, alle fasce giovanili e alla terza età con politiche sociali mirate, alle associazioni che operano nel nostro territorio in ambito sociale, culturale, sportivo, ricreativo, valorizzandone le peculiarità e sfruttando le sinergie tra le stesse.

Le opere pubbliche, sia di piccole che di grandi dimensioni, che proponiamo per migliorare il nostro Paese, sia urbanisticamente che per servizi offerti, non sono cattedrali nel deserto ma progetti realmente FATTIBILI, UTILI E FUNZIONALI.
Intendiamo realizzare un serio e articolato piano turistico volto a valorizzare il nostro patrimonio culturale, archeologico e naturalistico con interventi a tutela del territorio, nonché a promuovere BLERA E CIVITELLA CESI COME CENTRO ENOGASTRONOMICO DI ECCELLENZA sfruttando la genuinità della nostra produzione agricola.”-