Corso di formazione e aggiornamento della Fitav per i docenti delle scuole superiori. Il prossimo appuntamento si terrà a Canino.

Si è svolto nei giorni scorsi un importante evento relativo al mondo dello sport e della scuola e che si spera possa anche rappresentare un primo passo verso il ritorno alla normalità dopo le restrizioni dettate dalla pandemia.
La Federazione Italiana Tiro a Volo, sport che da sempre ci ha regalato importanti successi internazionali con decine di titoli di campioni del mondo e di medaglie olimpiche, ha attivato un importante programma didattico per la massima diffusione della conoscenza delle sue discipline. Si è perciò rivolta al mondo della scuola con due efficacissime attività: la prima è il progetto Linea Verde che ha portato sui campi di tiro migliaia di studenti del Lazio e di tante altre regioni. Questo programma ha avuto un riscontro eccezionale da parte delle scuole, impegnando gli organizzatori e i tecnici federali per tutto l’anno scolastico: negli ultimi decenni non avevamo mai visto uno sforzo organizzativo così importante dedicato agli studenti delle scuole pubbliche e private. Nessuna federazione sportiva, a quanto ci risulti, ha mai offerto una simile iniziativa, così curata nei dettagli e con costi a completo carico della Fitav. Il merito di Linea Verde è del suo ideatore e responsabile, il Prof. Sergio Carella, che sta svolgendo un encomiabile lavoro.


Il secondo progetto è stato invece rivolto agli insegnanti delle scuole, cioè proprio all’unica categoria di professionisti dello sport che svolge regolarmente e ufficialmente il proprio lavoro su tutto il territorio nazionale coinvolgendo tutti i nostri giovani, senza esclusioni derivanti dai risultati sportivi ottenuti. Gli insegnanti sono stati convocati per partecipare a un corso di formazione e aggiornamento che si è svolto presso il poligono Tiro a Volo Roma e che ha visto come docenti formatori i pluricampioni e tecnici federali Riccardo Rossi e Marco Sablone, entrambi appartenenti al Gruppo Sportivo delle Fiamme Oro, lo stesso sodalizio sportivo del campione olimpico dei 100 metri Marcell Jacobs e di altri tantissimi atleti di alto livello. Titolo del corso è stato “Shooting and control – Autocontrollo e disciplina delle proprie azioni: il Tiro a Volo”, proprio per sottolineare non tanto gli aspetti strettamente tecnici ma soprattutto i valori educativi che questa disciplina trasmette ai suoi praticanti e che sono tra le finalità primarie di ogni istituzione scolastica: il rispetto delle regole, l’assoluto senso di responsabilità, il controllo delle emozioni e dei movimenti, la concentrazione su un obiettivo fino al suo raggiungimento, la comprensione della stretta relazione tra impegno e risultati, la capacità di prendere decisioni in tempi brevissimi e tante altre qualità psicomotorie. Gli insegnanti hanno svolto un programma teorico condotto dallo stesso ideatore e curatore di “Shooting and control”, il Prof. Massimo Tafuri, e poi si sono confrontati sulle pedane dove si sono avuti anche alcuni momenti di sano e spontaneo confronto agonistico e di soddisfazione per i risultati raggiunti.


La Tuscia sarà protagonista del prossimo appuntamento del corso riservato agli insegnanti e che rappresenterà soltanto l’inizio di una serie di attività didattiche rivolte alle scuole della provincia di Viterbo. Il corso è in fase di preparazione e si svolgerà presso il poligono di Tiro a Volo di Canino entro la fine di questo anno scolastico. La città di Canino non è famosa soltanto per le sue vicende storiche, per la bellezza del territorio e per il suo apprezzatissimo olio d’oliva, ma riscuote successo anche tra gli atleti e gli appassionati di tiro per la straordinaria posizione panoramica del suo poligono. E’ un campo di tiro frequentato da atleti provenienti da tutte le regioni del centro Italia, a cominciare dalla Toscana dove pur non mancano luoghi splendidi. Invitiamo pertanto tutti gli insegnanti delle scuole superiori della provincia di Viterbo a controllare con attenzione le proposte didattiche che entro il prossimo mese arriveranno loro dalla Fitav tramite l’Ufficio Scolastico Provinciale, perché quasi sicuramente vi troveranno l’invito di partecipazione al corso di formazione a loro riservato. Le foto di quello appena svolto sono disponibili sulla pagina web www.scuoladitiro.it/corsofitav. Annunciamo che la partecipazione al corso è totalmente gratuita e che i docenti che volessero ulteriori informazioni in attesa della comunicazione ufficiale possono scrivere alla email [email protected]

Articolo precedenteGli Sbandieratori di Santa Rosa tornano in Austria
Articolo successivoL’Istituto ‘Andrea Scriattoli’ di Vetralla in Portogallo per il progetto ENRICH-EU: Come as guest, leave as friend