A seguito del provvedimento di chiusura parziale o totale che ha investito le attività commerciali e sportive contenuto nelle disposizioni del nuovo DPCM che obbligano i bar e ristoranti a chiudere l’attività al pubblico alle 18 e alle palestre, centri sportivi e centri termali a cessare le loro attività. Forza Italia esprime profonda vicinanza a tutte le attività colpite dal provvedimento in particolare a quelle di Canino, ai titolari, ai dipendenti e alle famiglie che vi lavorano.
Dichiara il Coordinatore Daniele Ricci: l’ultimo DPCM va rivisto e il nostro gruppo si unisce alle voci che provengono da più parti rivolte al Presidente del Consiglio al fine di ottenere la modifica di un provvedimento che non produce effetti rilevanti contro il Covid ma che invece colpisce in maniera negativa le suddette attività produttive, anche quelle che si erano adeguate ai precedenti decreti..
Continua Ricci: Chiediamo alle istituzioni ed in particolare all’Amministrazione di Canino che unisca la propria voce a quella di tanti Sindaci e Amministratori della Tuscia e non solo, che stanno chiedendo la revisione del decreto; non vorremmo che logiche di appartenenza politica impediscano a Canino di far sentire la propria voce.
Inoltre chiediamo all’Amministrazione Novelli di sospendere tutti i tributi Comunali alle attività costrette a chiudere e la costituzione di un Bonus che incentivi i cittadini a spendere e ad usufruire dei servizi delle attività di Canino.
Conclude Daniele Ricci, bisogna che tutti facciano la loro parte a cominciare dalle istituzioni Comunali di Canino, pertanto ci aspettiamo che L’amministrazione di un segnale a favore delle categorie e dei cittadini penalizzati, visto che oltre all’emergenza sanitaria, (cogliamo l’occasione per esprimere vicinanza e imprimere forza a tutti coloro che stanno combattendo la battaglia contro il Covid), ma oltre questa, bisogna fronteggiare un’emergenza economica che riguarda principalmente i piccoli centri come Canino.