«Alcuni mesi la CGIL FP e la UIL FPL denunciavano la situazione grave e non più tollerabile che i lavoratori del Comune di Corchiano erano costretti a sopportare. Lo facevano ritenendo opportuno far sapere a tutti i cittadini di Corchiano che i lavoratori del loro comune a differenza di tutti gli altri dei comuni limitrofi e d’Italia, non percepivano dal 2016 la retribuzione che spettava loro di diritto e non percepivano gli arretrati contrattuali, arretrati che venivano accreditati in busta paga i loro colleghi 30 giorni dopo la firma del nuovo CCNL.

Oggi, ci piacerebbe molto dire, che tutto questo è stato risolto, ma purtroppo non è così: l’amministrazione comunale, dopo aver avviato il tavolo di contrattazione con le Organizzazioni Sindacali ed aver raggiunto degli accordi condivisi, non ha rispettato nessun impegno di quelli che aveva assunto. Per i motivi sopra descritti, le scriventi FP CGIL CIVITAVECCHIA ROMA NORD VITERBO  e UIL FPL, unitamente alla RSU e su mandato delle lavoratrici e dei lavoratori riuniti in assemblea in data 26 febbraio 2019 proclamano lo stato di agitazione del personale, rendono noto che se entro e non oltre il 15 marzo 2019, l’amministrazione comunale di Corchiano, non provvederà a saldare quanto dovuto ai lavoratori, sarà indetta una giornata di sciopero».

 

Commenta con il tuo account Facebook