polizia cellulare

VITERBO – Colpito da più decreti di allontanamento dal territorio nazionale, è stato rintracciato dagli uomini della Polizia di Stato della Questura di Viterbo ed espulso.

L’uomo, un macedone di 29 anni, era presente illegalmente nel nostro Stato ed era stato già destinatario di un provvedimento d’espulsione a maggio ed a ottobre 2017, ma non aveva mai lasciato l’Italia.

Lo straniero nel nostro paese si è reso protagonista di numerosissimi reati, con particolare riferimento ad una serie di furti aggravati nonchè di ricettazione.

Rintracciato nella nostra città dalla Squadra Mobile, il macedone, dopo i necessari accertamenti nelle banche dati, è stato espulso dagli uomini della Polizia di Stato dell’Ufficio Immigrazione della Questura di Viterbo. Lo straniero è stato accompagnato per la completa identificazione al C.I.E. di Brindisi, da dove sarà rimpatriato nel paese d’origine.

Prosegue senza sosta l’attività dell’Ufficio Immigrazione, finalizzata al controllo della regolarità dei requisiti da parte degli stranieri presenti nel nostro territorio, che dal 1° gennaio 2017 ad oggi, ha consentito di accompagnare coattivamente in frontiera, con provvedimento del Questore, ben 63 cittadini stranieri.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email