polizia cellulare

VITERBO – Domenica scorsa personale della Polizia di Stato della Squadra Volante della Questura di Viterbo è intervenuto alle ore 00.20 presso un noto bar del centro ove era stata segnalata la presenza di un pluripregiudicato sudamericano, stabilitosi da anni in questo capoluogo, che stava disturbando gli avventori dell’esercizio.

Identificato, lo stesso risultava sottoposto alla misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale con obbligo, tra gli altri, di non uscire dalla propria abitazione dalle 22.00 alle ore 7.00 successive. L’uomo alla vista delle Forze dell’Ordine reagiva violentemente nei confronti dei poliziotti ingiuriandoli pesantemente e minacciandoli di morte, colpendo gli stessi con pugni e calci in tutte le parti del corpo nel tentativo di darsi alla fuga.

Immobilizzato, veniva condotto presso gli uffici della Questura ove continuava nell’atteggiamento minaccioso rivolto anche a personale della Squadra Mobile intervenuto in ausilio dei colleghi. Lo straniero veniva, quindi, tratto in arresto per i reati di violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale, lesioni aggravate a Pubblici Ufficiali, violazione degli obblighi della Sorveglianza Speciale e posto a disposizione dell’A.G., Durante il rito direttissimo è stato convalidato l’arresto e disposta la rimessione in libertà dell’uomo.