Gli occhi della Questura sono  puntati  anche sui campionati di calcio  dilettantistici. Non sono passati inosservati,  infatti,  i recenti comportamenti di un gruppo di tifosi a Civita Castellana nell’ambito degli incontri sportivi.

L’ 11 aprile scorso, infatti, durante l’incontro di calcio valevole per la serie D tra la A.S.D. FLAMINIA CALCIO  la A.S.D. SANGIOVESE 1927, tenutosi presso lo stadio comunale di Civita Castellana, un piccolo gruppo di tifosi non identificati si posizionava nel parco pubblico adiacente al campo da calcio, effettuava cori di stampo fascista  e si rendeva responsabile di  danneggiamenti alla rete di delimitazione prima di allontanarsi.

Successivamente, al termine dell’incontro, un tifoso, in maniera prolungata ed insistente, poneva in essere minacce ed insulti nei confronti di giocatori ed appartenenti della società di casa, nell’occasione sconfitta sul campo. In particolare l’uomo tentava di arrivare allo scontro fisico con un calciatore, che doveva ricorrere all’ausilio dei Carabinieri per uscire in sicurezza dall’impianto. In tale frangente, i militari lo indentificavano, facendolo desistere dalla condotta.

A seguito di tali avvenimenti il Questore di Viterbo, ha emesso il provvedimento di Daspo per la durata di anni 2 nei confronti del soggetto.

Il regolare svolgimento delle manifestazione sportive rappresenta un obiettivo primario della Polizia di Stato, nell’ottica della diffusione della cultura di partecipazione ad eventi sportivi secondo i principi cardine del  “rispetto dell’avversario” e della “non –violenza” .