VITERBO – Adempimenti, opportunità da cogliere, prospettive che possono nascere da nuove forme di aggregazione. Di tutto ciò si parlerà nell’incontro con gli odontotecnici che CNA SNO di Viterbo e Civitavecchia, Associazione di categoria presieduta da Massimo Civilotti, terrà giovedì 12 marzo a Viterbo, nella sede di CNA Sostenibile.

 

Saranno proprio gli esperti della società che offre servizi specialistici in materia di ambiente e sicurezza, a introdurre l’iniziativa. Claudio Fordini Sonni illustrerà gli obblighi della tenuta del registro di carico e scarico dei rifiuti e della presentazione del Mud (la cui scadenza resta fissata, anche nel 2015, al 30 aprile), mentre Roberta Proietti darà informazioni sugli incentivi del bando Inail a sostegno del miglioramento delle condizioni di sicurezza sul lavoro (contributi a fondo perduto fino a 130mila euro, a copertura del 65 per cento dell’investimento).

 

Un beneficio interessante per gli odontotecnici è anche l’applicazione dell’aliquota Iva ridotta nella misura del 10 per cento relativamente alla fornitura di energia elettrica. Lo spiegherà Luca Fanelli (foto), responsabile di CNA SNO di Viterbo e Civitavecchia, il cui intervento sarà comunque centrato sul tema dell’aggregazione.

 

“Dobbiamo salvaguardare e valorizzare l’esperienza e le professionalità dei laboratori odontotecnici in questa fase di profonda crisi, in cui, per giunta, dall’estero arriva un’offerta di cure odontoiatriche con viaggi organizzati a basso costo e molti manufatti protesici vengono importati dall’Est europeo e dal mercato asiatico -dice Fanelli-. E’ importante, per i nostri odontotecnici, circa 70 nella provincia di Viterbo e quasi 40 a Civitavecchia e nei comuni di quell’area, riuscire a potenziare l’offerta rivolta al settore pubblico, abbattere i costi per l’approvvigionamento delle materie prime e accedere alle innovazioni digitali, in particolare alla stampa 3D, che stanno rivoluzionando il mondo dell’odontoiatria”.

 

“Questo cambio di passo -sottolinea il responsabile di CNA SNO- può essere realizzato se si punta sullo strumento dell’aggregazione, considerato che si tratta di imprese in maggioranza individuali”.

 

Ma resta un punto fondamentale. “La figura dell’odontotecnico è tuttora disciplinata da un Regio decreto del 1928. La Conferenza Stato – Regioni non ha mai posto in discussione lo schema di accordo relativo al nuovo profilo professionale individuato dal Ministero della Salute già nel 2007; è arrivato il momento di farlo. A sollecitare l’esame del documento, c’è adesso l’ordine del giorno discusso in sede di Commissione Artigianato e Attività Produttive del consiglio regionale del Lazio proprio con CNA SNO e approvato all’unanimità, il mese scorso, dal consiglio. Auspichiamo -conclude Fanelli- il riavvio di un percorso incomprensibilmente bloccato negli ultimi anni”.

 

La sede dell’incontro del 12 è al Poggino, in via dell’Industria snc. Info: telefono 0761.2291. E-mail: l.fanelli@cnavt-civ.it. Sito internet: www.cnaviterbocivitavecchia.it.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email