«Martedi 13 agosto, nelle ore pomeridiane, poco prima del Palio, si è schiantato improvvisamente un albero all’interno della Villa Comunale.

Nessuno è stato ferito o peggio ha subito danni rilevanti, – comunica il Comune Vetralla – soltanto due persone hanno fatto ricorso a controlli medici e per quanto noto con esiti da codice verde. Ma il rischio è stato grande. Molti i bimbi che giocavano nella limitrofa area giochi.

Questi i due dati oggettivi della vicenda. Da questo momento sui social e sul web si sono inseguiti commenti e di oggi anche la notizia di una raccolta firme per far controllare gli alberi.

L’Amministrazione comunale non aveva fatto comunicati ufficiali soltanto per aspettare la relazione tecnica richiesta al prof. Sgherzi e poi renderla pubblica già da lunedì prossimo, ma i comunicati dei consiglieri di opposizione rendono necessario un chiarimento.

L’albero in questione aveva circa 300 anni. Viene da lontano nella nostra storia cittadina.

È stato oggetto di molti controlli nei vari anni ed è stato anche oggetto di valutazioni politiche.

Ci fu infatti una interrogazione consiliare, fatta proprio dall’allora consigliere di opposizione Franco Coppari, sui lavori di cementificazione eseguiti proprio in quell’area che potevano creare squilibri agli apparati radicali che insistevano sotto quell’area e sull’opportunità della scelta di fare un’area giochi sotto quell’albero.

Inoltre era agli atti degli uffici una relazione di marzo 2015 (precedente amministrazione) che indicava la necessità di effettuare alcuni interventi: arieggiamento del colletto, fitostimolazione, recinzione perimetrale e potatura.

Poi ancora altri controlli nel 2016 e la realizzazione degli interventi che si sono completati nel 2017 con la potatura.

A luglio 2019 il personale comunale ha effettuato un sopralluogo per la verifica di un altro leccio vicino e in quell’occasione è stato contattato il prof. Sgherzi, che aveva già effettuto la relazione del 2015 per effettuare interventi di controlli proprio su quell’albero.

Queste non sono chiacchere, ci sono gli atti che parlano, infatti gli uffici con determinazione 1524 del 22/7/2019 ha affidato al prof. Sgherzi l’incarico per effettuare la tomografia ed un intervento di fitostimolazione proprio su questa pianta. In altre parole la tomografia è proprio una lastra che ha permesso al tecnico di valutare lo stato della pianta. E sapete la data in cui si sono svolti questi controlli? Il 26 luglio cioè solo 15 giorni prima dello schianto. Analisi e valutazioni fatte da uno dei maggiori esperti del territorio. A seguito di questi controlli non è stata data alcuna indicazione di taglio dell’albero.

Non ci piace raccontare questo, perché chi non ha a cuore l’amministrazione di una comunità ma solo di fare polemiche, può leggere questo racconto come una giustificazione. INVECE NO. È la prova e la cura di questa amministrazione proprio sulle alberature della Villa Comunale che sono la manifestazione di due diversi valori.

Commenta con il tuo account Facebook