Il 24, 25 e 26 giugno, Gallese, borgo a 30 km da Viterbo, si veste di stand enogastronomici, musica dal vivo e fiumi di birra. Arriva l’attesissima Festa della Birra.

A Gallese, piccolo borgo medievale a pochi chilometri dal capoluogo viterbese, l’estate inizia con un percorso sensoriale che ci porta alla scoperta dei sapori e dei luoghi.

Il 24, 25 e 26 giugno a partire dalle 20, si aprirà la stagione estiva con la Festa della Birra, celebrazione tipica caratterizzata da giornate all’insegna della musica, cibo tradizionale e tantissime tipologie di birra, protagonista assoluta dell’evento.

Durante le tre giornate si potranno degustare le migliori selezioni di questa bevanda e scoprire i sapori della Tuscia, rinomata per avere prodotti locali di alta qualità come, per esempio la Pastarella di Magro.

Una certezza che lascia sempre soddisfatti.

La Festa della Birra, oltre a deliziare le pupille gustative, renderà uniche le serate di svago con momenti di musica dal vivo.

Fanel DeSaga Dj e Ezio e le sue Storie animeranno la serata di venerdì 24.

Sabato 25 si esibirà il gruppo musicale Polaroid mentre sarà la band Powerage a suonare nella serata conclusiva dell’evento, domenica 26 giugno.

La Festa è organizzata dal Comitato Festeggiamenti di San Famiano, associazione locale che si occupa di promuovere il territorio attraverso una serie di eventi e iniziative distribuite in tutto l’anno.

Il comitato prende il nome da San Famiano, un monaco cistercense di origine tedesca che nel 1150, in seguito a un’apparizione in sogno da parte degli apostoli Pietro e Paolo, decide di interrompere il suo pellegrinaggio verso la Terra Santa per stabilirsi a Gallese.

Ancora oggi è possibile recarsi nella chiesa rupestre di San Famiano a Lungo dove è contenuta la sorgente scaturita dal primo miracolo. Il monaco, in preda alla sete, ha sbattuto il bastone a terra facendo sgorgare l’acqua.

La Festa della Birra si svolge in Viale S. Famiano, nei locali del Comitato Festeggiamenti San Famiano.

Un fine settimana dunque, da non perdere.

Articolo precedenteComune di Civita Castellana e museo nazionale etrusco di Villa Giulia insieme per promuovere arte e cultura
Articolo successivoVisita del Segretario di Stato Vaticano ad Acquapendente