Correre per ricordare, per condividere, per crescere. Questo è lo spirito che anima la Mille di Miguel, la manifestazione sportiva dedicata al maratoneta poeta argentino Miguel Sanchez, scomparso durante la dittatura militare nel suo paese. Ogni anno migliaia di studenti di tutta Italia partecipano a questo evento, che vuole essere un omaggio alla sua vita e al suo messaggio di pace e libertà.

Quest’anno gli alunni dell’Istituto Comprensivo Statale di Montalto di Castro e dell’Ipseoa A.Farnese saranno per la prima volta gli atleti protagonisti al raggruppamento eliminatorio alla Mille di Miguel, che si terrà lunedì 11 marzo presso il campo sportivo comunale Martelli. Una gara di 80, 100 e 1000 metri con l’obiettivo di qualificarsi per partecipare alla finale nazionale, che si svolgerà il 21 marzo allo stadio dei Marmi a Roma insieme a tanti altri studenti d’Italia. 

L’iniziativa è stata presentata lunedì 5 febbraio al Teatro Comunale Lea Padovani da Valerio Piccioni, ideatore della Mille di Miguel, alla presenza del delegato allo sport Emanuele Miralli e con gli interventi di Dario Ingravallo e Simona Piroccchi, organizzata dalla Polisportiva Montalto con il patrocinio del Comune.

Durante l’incontro sono state proiettate delle slide che raccontano la storia di Miguel Sanchez e il significato della Mille di Miguel che non è solo una competizione sportiva, ma anche un momento di aggregazione sociale, di sensibilizzazione sui diritti umani, di educazione alla cittadinanza attiva.

Gli studenti hanno ascoltato con interesse e partecipazione le testimonianze di Piccioni, che ha sottolineato l’inclusione e la ricchezza del ruolo della donna e dei disabili nello sport e nella vita; l’importanza di praticare lo sport con passione, impegno e rispetto, ma anche di cogliere l’occasione per riflettere sui valori che lo sport può trasmettere, come la cooperazione, la tolleranza, la responsabilità e la pace.

La Mille di Miguel è una manifestazione che coinvolge ogni anno oltre 300mila studenti in tutta Italia, ed è riconosciuta dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca come attività didattica integrativa. La Mille di Miguel fa parte del progetto “Sport di tutti, per tutti e con tutti”, che promuove lo sport come strumento di inclusione sociale, di prevenzione del disagio giovanile e di valorizzazione delle diversità.