MONTEFIASCONE – ” In relazione a quanto sta succedendo al Comune di Montefiascone apprendiamo con piacere che il Sindaco ritenga necessario confermare che la maggioranza sia forte e coesa. Se cosi fosse non capiamo perchè il Sindaco ritenga di dover disperdere il suo prezioso e limitato tempo a ribadire cose “scontate” ed inoltre vada a ricercare supporto, consenso e “disinteressato appoggio” tra le fila di una parte della minoranza. In particolare proprio quella che ha tentato di far perdere la lista civica “il Melograno“.

 Invitiamo Il Signor Sindaco a non rispolverare “ IL MELOGRANO “ solo a suo uso e consumo. Il Melograno nacque come associazione per raggruppare tutte le forze di centro-destra (possiamo documentare con articoli di giornale) per poi trasformarsi in lista civica per partecipare alle elezioni amministrative.

Per quanto riguarda l’Associazione ricordiamo al Sindaco che risulta “inattiva” o meglio “morta” dal giorno stesso delle elezioni amministrative, come precisato e sostenuto dalla stesso ideatore Dott. Caporiccio. Riguardo alla Lista civica Il Melograno non ci risulta nessun statuto e regolamento all’interno della lista, pertanto non capiamo a quale regolamento si riferisca il Sindaco.

Ma tornando a quanto accaduto durante l’ultimo Consiglio Comunale – guidato dal consigliere Leonardi più che dal Presidente Femminella – siamo a precisare che la Lega proprio per senso di responsabilità si è astenuta nella votazione del bilancio di previsione. E per chiarezza nei confronti dei propri elettori, ha voluto elencare solo alcuni punti, per provare a portarli all’attenzione di tutti i membri del consiglio comunale e dei cittadini. Tali osservazioni sono state tutte documentate e acquisite agli atti.

Visto il NON funzionamento di alcun coordinamento formale della maggioranza, la Lega ha ritenuto doveroso esporre le proprie osservazioni.

Riguardo alla presunte richieste di assessorati o deleghe, ricordiamo al Sindaco, che dopo il risultato del maggio 2016, nessun esponente della Lega ( rappresentanti comunali, provinciali e regionali) ,abbia mai fatto richiesta in tal senso.

Possiamo confermare invece, che sia prima delle elezioni politiche che subito dopo il grandioso risultato raggiunto (oltre il 20%) dalla lega sul colle falisco, alcuni membri più in evidenza della maggioranza abbiano più volte proposto in via non ufficiale delle deleghe o incarichi prontamente respinti. La domanda sorge spontanea. Il sindaco coordina la sua maggioranza o alcuni suoi componenti godono di autonomie speciali?

La Lega , come è nel suo DNA, non ha alcune interesse per le “poltrone”, ma ha come priorità l’esigenza di chiarezza, trasparenza delle scelte politiche e strategie amministrative- E soprattutto il rispetto degli elettori- concittadini, con questo spirito la Lega non può tacere davanti ad un’amministrazione che vive alla giornata e già in difficoltà per far fronte alle opere di ordinaria amministrazione “.

​​​​​LEGA–SALVINI PREMIER
COORDINAMENTO COMUNALE MONTEFIASCONE

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email