E’ ormai una settimana che nelle campagne dell’Alto Lazio e della Maremma si raccolgono la sole uve rosse di qualità: Merlot ed altre uve rosse. Da oggi, 23 settembre, ci sarà l’apertura generale per cui si possono portare in cantina anche le uve bianche.

Come ci ha riferito il direttore della Cantina Sociale di Montefiascone, Mario Trapè, riferendosi ai risultati di questa prima settimana, anche per quest’anno si ha un raccolto di ottima qualità e, anche per la quantità si è intorno ai parametri dello scorso anno.

C’è da dire che le uve sono molto sane ed hanno un buon rendimento, considerando che quasi su tutto il territorio interessato dalle culture viticole, è scesa una discreta quantità di pioggia, per cui le viti hanno risentito poco del fenomeno siccità che invece ha condizionato molti altri tipi di coltivazioni.

Le uve, proprio per vare il prodotto vino di qualità, e tenendo conto, che dopo poche, ore inizia il fenomeno della fermentazione, devono essere consegnate in cantina il giorno stesso della raccolta.

La Direzione della cantina, per favorire la consegna anche a chi raccoglie fino a pomeriggio inoltrato, rammenta agli agricoltori che è necessario essere presenti sull’enorme piazzale della cantina entro le ore diciotto, poi per lo scarico e le varie fasi di controllo, essa rimane aperta fino a cessata necessità, mentre al mattino, apre alle ore dieci.

La medesima Direzione informa, ancora, che le informazioni ed i dati necessari per la presentazione obbligatoria della denuncia del vino, verranno dati dagli uffici competenti presso il sito della cantina, a fine vendemmia.

E’ sentore comune degli agricoltori, dopo questa prima settimana di vendemmia che, anche quest’anno, si avrà un vino di eccellenza, un Est! Est!!Est!!! nel solco della migliore tradizione, tuttavia sarà l’enologo della Cantina, dott. Andrea Radicchio, a chiarirci meglio la situazione nei prossimi giorni, a raccolta più inoltrata.

 

Pietro Brigliozzi