“Con l’aggravarsi della crisi bellica in Ucraina e lo choc energetico in tutta Europa, la situazione fortemente critica per il nostro Paese dal punto di vista del costo dei carburanti sta peggiorando ogni giorno, ragion per cui già da questo venerdì, in tutti i consigli comunali del Lazio ove sia presente un esponente della Lega, i nostri consiglieri stanno depositando mozioni che abbiano l’obiettivo di incalzare l’esecutivo a intervenire sul rincaro di benzina e gasolio.

Verrà chiesto ai sindaci e alle giunte comunali di attivarsi in modo da sollecitare, attraverso i propri parlamentari eletti, un’azione congiunta e coordinata atta a far sì che il Presidente del Consiglio e i ministri del Governo facciano tutto ciò che è in loro potere per sospendere, quantomeno temporaneamente, le accise che tanto influiscono sul costo dei carburanti, mettendo in crisi famiglie e aziende del nostro Paese.

L’obiettivo è tornare ad un prezzo delle benzine calmierato, come quello risalente all’ultimo trimestre del 2019, coinvolgendo gli enti locali, primo presidio e primo baluardo dell’attività politica sul territorio”. Così in una nota Claudio Durigon, coordinatore della Lega nel Lazio, e Daniele Giannini, responsabile regionale Enti Locali per il Carroccio.

Articolo precedenteVolley. Maury’s Com Cavi Tuscania ancora in emergenza, Palmi si impone 3/1
Articolo successivoSutri: fermato nel centro cittadino con 7 dosi di cocaina, arrestato per spaccio