RONCIGLIONE – Si è riunito nei giorni scorsi, presso i locali del Comune, il tavolo tecnico finalizzato alla discussione preliminare del progetto per la realizzazione di lavori di “Consolidamento della Valle del Rio Vicano”, che comprende manutenzione ed interventi all’impianto fognario del Comune di Ronciglione ed al conseguente consolidamento e messa in sicurezza delle pendici. Il progetto verrà sottoposto alla Regione Lazio in attesa della definizione del bando su fondi europei destinati al dissesto idrogeologico.

 

Il gruppo di lavoro comprende prestigiose collaborazioni, tra cui risalta quella del Pro-Rettore dell’Università La Sapienza, prof. Scarascia. Questo gruppo comprende, inoltre, l’Ufficio Tecnico Comunale ed l’Area Assetto ed Uso del Territorio, lo Studio Grundbau per gli interventi idrogeologici e la sostenibilità ambientale, lo studio Modimar per le opere idrauliche e fognarie, mentre per monitoraggi e Geologia Tecnica ci si avvale della collaborazione dl NHAZCA, spin-off dell’Università di Roma La Sapienza, coordinata, appunto, dal prof. Geol Gabriele Scarascia Mugnozza . Sono stati coinvolti anche professionisti privati di Ronciglione, quali lo Studio geologi associati Fantucci e Stocchi e lo Studio Bianchini.

 

L’amministrazione di Ronciglione, a seguito di alcuni eventi che hanno interessato il centro abitato, ha avvertito la necessità di dare inizio ad un razionale percorso di recupero e valorizzazione del paese. Gli eventi sono il frutto di una condizione geomorfolgica problematica e la conseguenza di impianti e reti poco efficienti; tale situazione si protrae da lungo tempo e richiede, oramai, un approccio concreto. Questa iniziativa è incentrata, essenzialmente, sull’urgenza della messa in sicurezza delle pareti tufacee che affiancano il suddetto abitato e sul ripristino dell’efficienza della rete idrica e fognaria, le quali, come dimostrato nel progetto elaborato, sono tra loro intimamente connesse. L’Amministrazione ha ritenuto che preliminare di fattibilità, edito nel 2011, dovesse essere rivisitato e riqualificato, soprattutto in relazione al sistema fognario esistente ed alla rete idrica locale. Di conseguenza, per la risoluzione degli argomenti sopraesposti, si è coinvolto un gruppo che comprende sia tecnici comunali, sia tecnici del luogo (profondi conoscitori della situazione locale), sia esperti esterni di valore, in grado di apportare conoscenze più ampie ed aggiornate in merito alle soluzioni da adottare.

 

“Presentiamo in Regione un progetto importante per intraprendere un percorso razionale di recupero e valorizzazione del paese – afferma il Sindaco, Alessandro Giovagnoli – che dà priorità ad interventi di massima urgenza, come la messa in sicurezza delle pareti tufacee ed il ripristino della rete idrica e fognaria della Valle del Rio Vicano. Ho coinvolto nella stesura del progetto un gruppo di lavoro altamente competente, con la collaborazione del prof. Scarascia, Pro-Rettore dell’Università La Sapienza. Per la prima volta, grazie agli interventi in programma, verrà realizzata l’intera pianta fognaria del paese”.

Commenta con il tuo account Facebook