Termine di scadenza spostato dal 30/11 al prossimo 5/12. Ok anche a razionalizzazione affitti passivi

“I Comuni del Lazio avranno più tempo a disposizione per presentare la domanda per accedere al Fondo per prevenire il dissesto finanziario. Grazie a una nostra proposta la delibera della Giunta regionale ha spostato il termine di scadenza dal 30 novembre al prossimo 5 dicembre. Inoltre abbiamo chiesto e ottenuto di far inserire nel provvedimento tra le condizioni di accesso per i Comuni la razionalizzazione dei cosiddetti ‘affitti passivi’, ovvero il taglio del costo degli affitti che l’Ente sostiene per lo svolgimento delle proprie attività”. Così i consiglieri regionali M5S del Lazio a margine della seduta congiunta delle Commissioni Bilancio e Affari Costituzionali, svoltasi oggi alla Pisana, sullo schema della delibera di Giunta sulla Definizione dei nuovi criteri e delle modalità di accesso al Fondo per prevenire il dissesto finanziario dei Comuni.
Tra le altre questioni sollevate durante la discussione dalla consigliere Valentina Corrado, vicepresidente in Commissione Bilancio e Responsabile Enti Locali del M5S. “Abbiamo chiesto misure ad hoc anche per i Comuni in dissesto che, in attesa di vedere i risultati delle azioni poste in essere per uscire dal dissesto, non riescono a garantire i servizi essenziali ai cittadini. E ancora – aggiunge Corrado – è inammissibile che, tra le condizioni per l’accesso al Fondo, sia citato, tra le azioni da porre in essere utili ad arginare il rischio dissesto, l’aumento delle tariffe da parte del Comune. In questo modo viene penalizzato chi, pur avendo messo in atto azioni per sanare le casse comunali, ha scelto di non vessare ulteriormente i cittadini aumentando le imposte”. “Siamo invece soddisfatti di aver trovato anche in questa nuova delibera il criterio di priorità di accesso al Fondo per i Comuni più virtuosi che negli ultimi tre anni abbiano perseguito un’efficiente razionalizzazione e riqualificazione della spesa, come proposto e approvato nella precedente legislatura”, conclude Corrado.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email